Mercato

Gruppo Armando Testa: nuova struttura in 5 unit, nuovo logo, tool media tecnologici, spazio ai giovani (91 nuovi assunti under 35) e un debutto nell’animazione con la serie 3D “The Papallas”. Fatturato a +10% a Giugno 2022

Il più grande gruppo di comunicazione italiano ha aperto le porte della sede torinese ai giornalisti per annunciare importanti novità organizzative e parlare del futuro. Nascono le 5 unit che rappresentano un sistema di comunicazione integrato capace di offrire servizi nell'ambito dell'advertising, della comunicazione digitale e interattiva, dei media, della corporate identity (ATDesign), delle promotion, delle nuove tecnologie (Factory), della produzione audiovisiva (Studios), del product placement e degli eventi (Content), delle analisi di big e small data (Brain). Spazio ai talent con la Cantera, l’Official Creative Training Team di AT.

La  sede torinese di Armando Testa ha aperto le sue porte alla stampa dopo due anni di fermo dovuto alla pandemia per annunciare importanti novità e nuovi traguardi.

Nella mattinata del 12 settembre, oltre alle grandi novità strategiche messe in campo per il business, è stato svelato il nuovo logo del Gruppo che, essendo l'agenzia più antica e la company di comunicazione più grande d'Italia, ha un peso decisamente rilevante, che racconta molto della sua storia, della proiezione verso il futuro, della creatività e del fare comunicazione.

Un nuovo simbolo quindi, proprio il “simbolo” che è stato cuore e il principio anima del suo fondatore, il "professore" Armando Testa. Una nuova veste grafica che nasce in concomitanza del trentesimo anniversario dalla scomparsa del grande creativo omonimo e padre dell'intero Gruppo oggi presente a Los Angeles, New York e Milano.

GROUP

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Due anni trascorsi che hanno portato all'agenzia numerose idee, cambi, evoluzioni, nuovi e massicci ingressi di risorse giovani, soprattutto in settori strategici a forte componente innovativa, basti vedere che dal 2019 al 2022 sono entrati in azienda 91 nuovi talenti sotto i 35 anni, di cui 67 sotto i trent'anni.

Testa copy

 "La forza vera di questo Gruppo è quella di rimettersi sempre in discussione,  reinventarci ogni giorno per seguire l’evoluzione del mercato, del costume e dei nostri clienti. In questo mercato 'ballerino' caratterizzato da grande incertezza,  vogliamo essere qualcosa di diverso dai nostri competitor e rimarcare la nostra unicità,  senza perdere la barra a dritta della creatività e mantenendo il nostro DNA"  ha dichiarato Marco Testa (nella foto),  Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Armando Testa, aprendo l'incontro con la stampa.  (Guarda l'intervista su ADVexpressTV ).

Dalla stessa linfa creativa del logo del Gruppo, che vede anche la presenza dell'innocente fondoschiena dell'iconico ippopotamo Pippo, dal font proprietario prendono vita le altre denominazioni delle unit trasversali che rappresentano le colonne portanti della missione aziendale: essere una Brand Defender Company, "un ruolo che bisogna conquistarsi ogni giorno" ha evidenziato il Consigliere Delegato Nicola Belli. 

Paladino della comunicazione di qualità il Gruppo lo è di certo, basti vedere le longeve consuetudini di rinnovi della fiducia collaborativa che molti importanti marchi hanno dimostrato negli anni, come ad esempio: i 64 anni con Lavazza, 56 anni con Fater, 44 anni con Esselunga, 43 anni con Angelini, 37 anni con Cuki.

Sul palco del teatro interno della sede si sono avvicendati Marco Testa, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo,  Nicola Belli, Consigliere Delegato, Michele Mariani, Direttore Creativo Esecutivo, Jacopo Morini, Direttore Creativo Branded Content, e Valentino Cagnetta, Amministratore Delegato Media Italia.

I manager hanno raccontato le nuove unit, le azioni messe in campo per rinforzare le altre già esistenti, con l'unico obiettivo di accompagnare le marche in un ecosistema di comunicazione sempre più ricco e articolato, riaffermando il ruolo di difensori dei brand anche nei nuovi territori della comunicazione.

Le unit create, identificabili dai nuovi simboli che uniscono font e grafiche storiche dell'agenzia, rappresentano un sistema di comunicazione integrato capace di offrire servizi in tutti gli ambiti: dell'advertising, della comunicazione digitale e interattiva, dei media e della corporate identity.

Ecco allora Armando Testa Design, guidata da Maddalena Testa ed Emanuele Cicogna,  dedicata allo sviluppo della brand identity.

Armando Testa Factory,  affidata ad Alessandro Peroncini, Chief Innovation Officer, e Marco Savoiardo, Chief Technology Officer), è dedicata a promotion, nuove tecnologie e fa capo a un team dedicato di 11 professionisti, dai designer, ai seo, agli specialist, che "ha introdotto la tech nel mondo della creatività" ha spiegato Belli

Ad occuparsi della produzione audiovisiva classica ma anche di video snackable per i social è Armando Testa Studios, nuova denominazione di Little Bull,  diretta da Gian Armando Testa e da Augusto Storero.

C'è poi Armando Testa Content guidata da Jacopo Morini, specializzata inl product placement e branded entertainment, per raccontare il valore delle marche e le loro storie, coinvolgendo le persone su tutte le piattaforme.

Infine Brain, per le  analisi di big e small data, diretta dall’Head of Strategy Guglielmo Pezzino, alla guida di un team fatto di 28 talenti. 

 

 

LA CANTERA

Sul fronte del business sono state annunciate altre importanti azioni di raccolta di talenti, come la Cantera: l’Official Creative Training Team di AT, che vede alternarsi una ventina di giovani creativi ogni anno. (Nel gergo sportivo, 'cantera' è un termine mutuato dalla lingua spagnola che indica le scuole giovanili gestite dalle varie squadre).

La nuova architettura  del Gruppo Armando Testa ha già riscosso importanti successi sul mercato. " Da inizio anno abbiamo registrato importanti acquisizioni e riconferme" ha sottolineato Nicola Belli,  come Montenegro, GranTerre, l’acqua Valmora, Daikin,  EuroItalia, ACI, Heaven, Salumificio Palmieri, Regione Umbria e Starhotels.

Dinamico anche il new business digital che conta clienti come Riso Gallo, Kaleidon, Nou, ReLife, SwissOxx, BPR e Starhotels.

Entrando più nel dettaglio del business, il presidente e AD ha dichiarato: "A luglio abbiamo chiuso l'anno fiscale registrando una crescita dei ricavi del 10%. L’andamento positivo riguarda tutte le aree di business,  in particolare quelle della consulenza strategica".

Grande novità riguarda Media Italia, che accelera nello sviluppo della propria suite di strumenti basati su Artificial Intelligence e Machine Learning.

Valentino Cagnetta

 Guarda su ADVexpressTV l'intervista a Valentino Cagnetta. 

 

Dopo aver portato a termine il progetto AI4AF (Artificial intelligence for audience forecasting), sono stati sviluppati un consistente numero di strumenti proprietari per la gestione ed ottimizzazione di Ecommerce ed Amazon, Social e Search così come per i media classici come TV e Radio/Audio, fino a completare il tutto con wHere, uno strumento unico nel suo genere per la pianificazione, la gestione ed il reporting di campagne Out of Home.

Gli obiettivi che l'azienda si è prefissata - spiega Valentino Cagnetta - sono molteplici e vanno dal drastico abbattimento dei tempi di lavorazione (e conseguente abbattimento dei costi) fino all’ aumento della trasparenza nel processo decisionale. Molti di questi strumenti sono a completa disposizione dei clienti di Media Italia, che possono verificare in Real time tutti i dati del mercato e delle proprie campagne.

Grazie a questo investimento l'azienda è riuscita ad acquisire 17 nuovi clienti da gennaio ad oggi, oltre ad altri 7 clienti che hanno al momento acquistato “solo” gli strumenti, essendo ancora vincolati da contratti in essere o da vincoli internazionali, da ultimo 8 tra Editori e Concessionari hanno acquistato strumenti sviluppati ad hoc per le proprie esigenze.

A breve Media Italia lancerà il più completo e sofisticato Video Planner, sempre gestito da Intelligenza Artificiale sviluppato sulla base di AI4AF. 

In chiusura dell'incontro è stato presentato in anteprima un nuovo progetto, frutto della pura passione di Armando Testa per la fantasia e la sperimentazione, che sta prendendo vita nella sede di Los Angeles, e che segnerà l’ingresso del Gruppo nel mondo dell’animazione. 

PALLETS

L'idea, nata da un incontro fortuito fra Marco Testa e uno screen writer statunitense che, come ricorda lo stesso AD del Gruppo «Guardando il nostro patrimonio di personaggi mi ha detto: “Voi sedete su un tesoro, dovete farne qualcosa”» e da questa affermazione ha preso vita il progetto."

Si tratta della serie serie TV intitolata “The Papallas”, che affonda lo stile nello storico mondo dell'agenzia, il cui messaggio presente nel racconto è far scoprire ai ragazzi che il loro talento devono costruirselo. "Questo per noi è un sogno che viene da lontano e che stiamo sviluppando con lo sguardo rivolto anche ai mercati internazionali" ha concluso Marco Testa.

L'obiettivo la creazione di un cartone internazionale, e siamo certi che i risultati non mancheranno.

Davide Riva