Media

JCDecaux: nei primi sei mesi fatturato di 1.47 mld (+36,3%). Crescita organica del +31,7%. +21,6% nel 2° trimestre, superiore alle aspettative. DOOH a +79,6%, vale il 30% del totale

Come sottolinea Jean-Charles Decaux (nella foto), Presidente del Comitato Esecutivo e Co-Direttore Generale della company: "Il fatturato pubblicitario programmatico è più che raddoppiato rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. L'Arredo Urbano ha registrato una forte crescita organica del +37,6% nel primo semestre ed è tornato ai livelli del 2019 su scala globale, con un fatturato superiore in Europa".

JCDecaux, ha pubblicato oggi i propri risultati del primo semestre del 2022.
Jean-Charles Decaux (nella foto),  Presidente del Comitato Esecutivo e Co-Direttore Generale di JCDecaux, ha commentato: "Il nostro Gruppo ha realizzato un fatturato di 1.474,8 milioni di euro, in aumento del +36,3% nel primo semestre del 2022, con una crescita organica del +31,7%, che comprende il +21,6% in organico nel secondo trimestre 2022, al di sopra delle nostre aspettative, grazie alla notevole dinamica commerciale nella maggior parte delle aree geografiche e nonostante l'impatto significativo delle restrizioni temporanee alla mobilità in Cina. La nostra crescita organica del fatturato di Gruppo al di fuori della Cina si attesta a +43,1% nel primo semestre e a +34,7% nel secondo trimestre. Questa performance è dovuta alla forte crescita del digitale e a una decisa ripresa delle nostre attività 'roadside', in particolare dell'Arredo Urbano, che nel primo semestre è tornato ai livelli pre-Covid, mentre i Trasporti hanno continuato a risentire delle restrizioni alla mobilità, tra cui le significative limitazioni in Cina.

Il fatturato digitale (DOOH) ha registrato una forte crescita del +79,6% nel primo semestre 2022,
+72,0% in organico, attestandosi al 30,0% del fatturato del Gruppo rispetto al 22,8% del primo
semestre 2021. Il nostro fatturato pubblicitario programmatico è più che raddoppiato rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso tramite la piattaforma SSP (Supply Side Platform) VIOOH, la più connessa del settore OOH, che propone gli inventari DOOH di JCDecaux in 17 Paesi, tra cui il
Brasile da giugno, oltre agli inventari di altri player dell'OOH. Abbiamo concluso questo mese
un'alleanza strategica, che include una quota di maggioranza, con Displayce, una DSP (Demand
Side Platform) player del settore, per offrire ai nostri clienti una soluzione programmatica completa, dalla DSP alla SSP, mantenendo al contempo un accesso completo e diretto per gli inserzionisti e le loro agenzie a tutti i inventari DOOH, mantenendo Displayce indipendente e totalmente aperta".

"Per segmento di attività, l'Arredo Urbano ha registrato una forte crescita organica del +37,6% nel primo semestre 2022 ed è tornato ai livelli del primo semestre 2019 su scala globale, con un
fatturato superiore in Europa (compresi Francia e Regno Unito) e America del Nord. Anche le
Affissioni
hanno registrato una forte crescita organica del +21,9% nel primo semestre del 2022, con un fatturato superiore a quelli del primo semestre del 2019 nella regione Asia Pacifico. I Trasporti hanno raggiunto una crescita consistente con un +27,3%, che riflette la ripresa decisa del traffico aereo americano, che si attesta al 90% del livello pre-Covid, con un fatturato aeroportuale statunitense anch'esso al 90% del livello pre-Covid e il traffico aereo in Medio Oriente a circa il 75% del livello pre-Covid per un fatturato pubblicitario negli aeroporti che si attesta a oltre il 90% del livello pre-Covid. Tuttavia, i Trasporti hanno continuato a risentire pesantemente delle restrizioni alla mobilità in Cina e la quantità di tragitti nei mezzi pubblici resta ancora al di sotto dei livelli pre- Covid".

"Tutte le zone geografiche sono cresciute fortemente nel primo semestre 2022, ad eccezione
dell'Asia-Pacifico, che ha registrato un calo a una cifra inorganico a causa del maggior peso dei
Trasporti e delle restrizioni locali alla mobilità, in particolare in Cina nel secondo trimestre.
Nel primo semestre 2022 il nostro margine operativo rideterminato ha registrato un significativo
miglioramento di 152,2 milioni di euro per attestarsi a 183,6 milioni di euro, vale a dire +484,8%
rispetto all'anno precedente, che riflette una leva operativa in considerazione del rigido controllo
della nostra base di costo, che aumenta a un ritmo inferiore rispetto alla crescita del
nostro fatturato, e nonostante l'impatto negativo della riduzione del nostro fatturato in Cina nel
secondo trimestre 2022 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Gli altri indicatori di
performance finanziaria sono migliorati di conseguenza".


"Riconosciuti nelle classifiche delle agenzie extra-finanziarie da valutazioni di grande qualità,
abbiamo riaffermato l'eccellenza delle nostre pratiche in materia di sviluppo sostenibile con la
pubblicazione a maggio della nostra roadmap ESG 2030 con l'obiettivo di sostenere l'economia
circolare,
promuovere il ruolo della comunicazione esterna come potente vettore di transizione economica e sociale e contribuire alla decarbonatazione dell'economia e della società.

Per quanto attiene il terzo trimestre 2022,  il Presidente del Comitato Esecutivo e Co-Direttore Generale di JCDecaux ha dichiarato: "Continuiamo a registrare tassi di crescita del fatturato
organico a una o due cifre nella maggior parte dei Paesi,
mentre in Cina il nostro fatturato
pubblicitario continua a risentire dell'impatto negativo delle restrizioni alla mobilità.
Ci aspettiamo ormai una percentuale di crescita organica di circa +7% con un fatturato dell’Arredo Urbano superiore a quello del terzo trimestre 2019.
In qualità di società di comunicazione esterna globale più digitalizzata al mondo, unita a una nuova piattaforma di vendita al pubblico alimentata da dati qualitativi, al nostro portafoglio ben
diversificato, alla nostra capacità di concludere nuovi contratti, alla solidità della nostra struttura
finanziaria e alla qualità dei nostri team in tutto il mondo, crediamo di essere ben posizionati per
beneficiare della ripresa. Siamo più che mai convinti della potenza del nostro mezzo in un contesto
pubblicitario sempre più frammentato e sempre più digitale e del ruolo importante che continuerà a svolgere nella crescita economica e nelle trasformazioni positive della nostra società.”