Industry

A Torino negli spazi di Nuvola Lavazza nasce un hub vaccinale da 1700 persone al giorno

L’adesione così concreta del Gruppo alla campagna vaccinale nazionale ribadisce, ancora una volta, l’impegno dell’azienda nella lotta al Covid-19, in Italia come anche nei paesi in cui è attiva con le proprie aziende e i propri brand, e nei paesi produttori di caffè, in coerenza con il senso di responsabilità che da sempre ne guida il modo di operare.

Il Gruppo Lavazza interviene nuovamente a supporto dell’emergenza sanitaria e apre le porte dell’Hub Nuvola Lavazza – CV19, il centro vaccinale che, da oggi e fino al 30 settembre, accoglierà un potenziale di 1700 persone al giorno, mettendo a disposizione 1300 mq di superficie, con 22 box vaccinali, per un totale di oltre 220.000 vaccinazioni complessive previste e nel rispetto delle categorie nazionali.

L’adesione così concreta del Gruppo alla campagna vaccinale nazionale ribadisce, ancora una volta, l’impegno dell’azienda nella lotta al Covid-19, in Italia come anche nei paesi in cui è attiva con le proprie aziende e i propri brand, e nei paesi produttori di caffè, in coerenza con il senso di responsabilità che da sempre ne guida il modo di operare.

Il Nuvola Lavazza Hub-CV19, gestito dell’ASL Città di Torino, sarà aperto 7 giorni su 7, dalle ore 8 alle ore 20 e sarà dotato delle migliori attrezzature sanitarie e tecnologiche per garantire la massima efficienza, in piena sicurezza, di tutte le operazioni vaccinali e dei flussi di accesso dei cittadini.

Abbiamo subito aderito alla proposta di Confindustria di mettere a disposizione i nostri spazi aziendali per la campagna vaccinale e accelerare la piena ripartenza dell’economia del nostro Paese - afferma Marco Lavazza Vice Presidente del Gruppo - Con questo nuovo centro vaccinale, desideriamo dare un segnale positivo e concreto di ripartenza e contribuire a dare un orizzonte di speranza alle persone, con la convinzione che tutti insieme si possa tornare presto alla normalità e con la promessa, chiara e irrevocabile, da parte della nostra azienda di continuare a rispondere prontamente alla comunità ogni volta che sarà necessario” - conclude Marco Lavazza.

“Ringrazio il Gruppo Lavazza per la disponibilità e la collaborazione dimostrata nei confronti dell’ASL Città di Torino - dichiara Carlo Picco Direttore Generale ASL Città di Torino - Gli spazi di Nuvola Lavazza, destinati alla realizzazione del Centro Vaccinale più grande del Piemonte, rappresentano un segnale di particolare attenzione nei confronti dei Cittadini e degli Operatori Sanitari. Un Centro sicuro e confortevole, dal design moderno e funzionale, in una struttura tra le più prestigiose della Città, che permette di ampliare ulteriormente l’offerta vaccinale cittadina, attualmente già attestata sulle 10.000 inoculazioni giornaliere.”

“Questo per noi è un giorno importante - sottolinea il presidente della Regione Alberto Cirio, insieme all’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi, alle Attività Produttive Andrea Tronzano e alla Protezione civile Marco Gabusi - non solo perché inauguriamo un altro luogo per vaccinare i piemontesi, ma anche perché ci dà la possibilità di dire grazie ad aziende come Lavazza che fin dall’inizio di questa emergenza, così come hanno sempre fatto, si sono messe a disposizione donando tantissimo al nostro territorio. La nostra è una terra fortunata, fatta di persone straordinarie per le quali la responsabilità sociale d’impresa è sempre stata la regola, prima ancora che qualcuno questo concetto lo codificasse”.