UPDATE:
Da FareTurismo, a Roma dal 21 al 23 marzo 2023, le 10 proposte al Governo su formazione e lavoroNickelodeon e Più Vita Sana, insieme nelle scuole primarie, di Lombardia e Veneto per promuovere le Pause AttiveMusic Theatre International con Grandi Stazioni Retail presenta “#InTransito - esperienze creative”. Alla Stazione Tiburtina arte, sostenibilità, moda, capsule del tempo e lampade dei desideri per raccontare “i viaggi dell’umanità”Christmas Village a CityLife Shopping District dal 7 dicembre all’8 gennaio. Aperta la prima fase di prenotazioni per accedere gratuitamente dal 7 al 21 dicembreIl Super G apre la stagione invernale con Il Pagante. Il 7 dicembre si alza il sipario sul dancefloor ai piedi del Monte Bianco con un calendario fittissimo di eventiGli Insuperabili sono i testimonial della nuova campagna digital "Keep Performing" lanciata da Kappa e firmata da Mashfrog Creative SolutionsLancia ed Ente Nazionale Sordi vincono il premio alla Pubblicità Socialmente Responsabile con la campagna “Punch” firmata Armando TestaTutti i colori di Sanbittèr arrivano su Netflix per celebrare il momento dell’aperitivo. La creatività riprende quella dello spot dello scorso anno firmata dall’Armando TestaLa Cucina Italiana a dicembre in edicola con tante novità: il dolce (in esclusiva) del maestro Iginio Massari e un video unico che celebra il convivio e la grande avventura verso l’UnescoGQ Italia ha celebrato i Men of the Year 2022 con un party esclusivo a Palazzo Serbelloni a Milano
Premi

Road to Bea World Festival 2022. Appuntamento a Pratibus District con l'Oscar degli Eventi. Jan – Jaap In der Maur (Masters in Moderations): "Con contenuti in loop e 5 main topic sarà un 'congrestival'"

Nel percorso di avvicinamento alla 17esima edizione della kermesse internazionale targata ADC Group, in scena il 24, 25 e 26 novembre, pubblichiamo una serie di interviste fatte ai protagonisti della event industry mondiale che ci illustrano il loro punto di vista sull'importanza dell'evento e le motivazioni per cui bisognerebbe prendervi parte.

Best Event Awards World 2022. Gli ambiti premi internazionali di ADC Group che riconoscono l'eccellenza nella event industry mondiale, anche quest'anno definiranno il benchmark del settore all'interno della Live Communication Week, in scena a Roma dal 22 al 26 novembre (leggi news). Una 'maratona' degli eventi che darà spazio, il 22 e 23 novembre, alla 19esima edizione del Bea Italia e il 24, 25 e 26 novembre alla 17esima del Bea World.

Nel percorso di avvicinamento alla manifestaizone, pubblichiamo una serie di interviste fatte ai protagonisti della event industry internazionale che ci illustrano il loro punto di vista sull'importanza dell'evento e le motivazioni per cui bisognerebbe prendervi parte.

A fare gli onori di casa il presidente di ADC Group Salvatore Sagone, che in questo primo appuntamento ha incontrato Jan – Jaap In der Maur, founder e moderator di Masters in Moderations, uno dei main partner in 16 anni di storia del premio.

Dopo un’edizione straordinaria a Milano nel 2019 dove 42 Paesi hanno partecipato con i loro delegati vivendo momenti grandiosi, programmi intensi e una cerimonia indimenticabile, la pandemia ha costretto ADC Group a produrre due edizioni del Bea World in formato digitale.

Finalmente il premio che riconosce l'eccellenza nella live communication mondiale tornerà quest'anno nella tradizionale versione in presenza, con una grande novità: sarà a Roma, destinazione molto appealing per i delegati internazionali.

L'edizione 2022 della kermesse vanta la firma creativa di Ninetynine, l'agenzia che ha vinto l'edizione 2021 del Bea Italia con l'evento Scuderia Ferrari Global Team & Car Launch realizzato per Ferrari (leggi news)

Il termine ultimo per partecipare agli Awards 2022 è il 15 ottobre

Per l’occasione è stata scelta una location davvero ‘unexpected’. Si chiama Pratibus District,  una location industriale nel cuore di Roma non lontano dal Vaticano.

 

Di seguito l'intervista a Jan – Jaap In der Maur, founder e moderator di Masters in Moderations:

JJ sei un nostro partner da tanti anni, qual è l’importanza, secondo la tua opinione, del Bea World nel panorama dell’event industry e perché i professionisti degli eventi dovrebbero venire a Roma il prossimo novembre?

Credo che l’importanza del premio, innanzitutto, risieda nell’occasione di poter radunare tanti professionisti da ogni parte del mondo, tutti insieme e far sì che gli eventi diventino sempre migliori. In questo momento più che mai credo sia davvero d’importanza cruciale la possibilità di riunire le persone per superare questo terribile periodo di pandemia e di guerra che ci ha tenuti lontani.  E’ un grande segnale che mostra che il mondo va avanti e lo fa con eventi importanti. Ogni hanno ci si raduna per premiare i migliori eventi, ma non solo: anche per vedere cosa fanno gli altri, per imparare dagli altri, per migliorare sempre.

Ogni anno non vedo l’ora di andare al Bea World per incontrare tutti gli altri colleghi degli eventi, essere sorpreso, essere ispirato da tutto ciò che succede.

Buone notizie: a oggi sono già 20 i Paesi che hanno aderito al Bea World come Francia, Germania, Belgio, Brasile, Canasda, Hong Kong, Olanda Usa, Inghilterra, Slovacchia, Turchia… l’Ucraina e ne siamo molto contenti. Anche Qatar, Arabia Saudita e persino il Pakistan. Quest’anno ci saranno tanti progetti. L’industria degli eventi è molto impegnata ed è per questo che abbiamo esteso la dead line per le iscrizioni al 15 di ottobre.

Con NinetyNine, l’agenzia vincitrice dello scorso anno con cui organizziamo questa edizione, abbiamo scelto un nuovo claim, ‘Live Free’ che ne pensi?

E’ un bellissimo claim che mostra diversi strati e livelli della Meeting & Events industry: se guardiamo a cosa sta succedendo in Ucraina, beh, ‘living free’ è più che mai importante, e se guardiamo a cosa ci è successo durante la pandemia…. Per lungo tempo non siamo stati liberi di muoverci, incontrarci e ritrovarci. A Roma celebreremo il fatto di essere liberi e anche di essere 'live',  vivi.

So che questo claim in qualche modo ti ha ispirato. Quale sarà la formula dei contenuti del programma del Bea World e della cerimonia?

La formula è quella che noi definiamo un ‘congrestival’, ovvero un mix tra congresso e festival. Come nei festival, si è completamente liberi di muoversi e andare dove si vuole, nei diversi palchi per seguire ciò che più interessa. E questa è l’atmosfera del live.

Per la parte congressi, non avremo il solito programma lineare che prevede l’intervento dei keynote speaker uno dopo l’altro, ma la location scelta sarà allestita come un festival con sessioni più corte in loop, da 5 minuti a un massimo di 30/45 minuti e potrete andarci quando vorete, nei diversi momenti del giorno. Alcune sessioni avranno orari specifici ma si ripeteranno più volte al giorno.

La scelta di contenuti sarà molto ricca

I main topic saranno 5. Il primo è  ‘It’s the end of the world as we know it and I feel fine’, ispirato dal titolo di una canzone dei REM, si parlerà di com’è il mondo adesso e quali sono le opportunità e il ruolo degli eventi e dei meeting nel mondo, oggi. Parleremo del Covid nel mondo, dell’Ucraina, del diverso ruolo delle agenzie di eventi come conseguenza dei mutamenti di scenario.

Il secondo tema sarà ‘diversity & inclusion’, parleremo di diversità e inclusione nel senso di sentirsi a casa in qualche posto, abbiamo grandi idee creative e per format.

Il terzo tema sarà la ‘sustainability’, anche qui con format creativi innovativi.

Il quarto è il ‘metaverso’: tutti ne parlano ma pochi sanno cosa è e lo sanno usare, tra ologrammi, avatar e le opportunità per gli eventi in questo campo. Magari un giorno avremo un Bea World on line che proseguirà per l’eternità coi nostri avatar!

Il quinto e ultimo tema è ‘business as unusual’, perché siamo tornati alla vita, al business ma niente è più come prima e quindi parleremo in concreto di budget che cambiano, il numero dei partecipanti – live e da casa – dello staff, molte persone hanno sfortunatamente lasciato l’industria degli eventi durante la pandemia. Come li facciamo tornare o come troviamo nuove persone.

Tra una o due settimane riveleremo anche i nomi degli speaker. Stay tuned per rimanere aggiornati sui temi e sugli speaker, anche se li chiamerei esperti, perché sono persone che vi offrono la loro preziosa esperienza.

Per quanto riguarda, invece, la cerimonia, Ninetynine sta lavorando sodo e posso promettervi una cosa: se siete tra quelli che eravate alla cerimonia a Milano nel 2019 vi ricorderete che era vibrante, piena di energia, interattiva, spettacolare e che ci siamo divertiti.

Ecco, posso promettervi che non sarà fatta allo stesso modo, ma sarà altrettanto spettacolare, e non vedo l’ora di essere di nuovo sul palco con la mia co-moderator Cindy che tre anni fa era incinta. Ecco, sarà di nuovo sul palco incinta. Abbiamo questa tradizione: Sandy deve essere incita sul palco del Bea.

Trovate il tempo da dedicare a questo evento perché è un’occasione unica. L’Oscar degli eventi.

Live free e see you soon!

 

Ricordiamo alle agenzie e ai clienti di iscriversi sulla piattaforma del Bea World e acquistare i biglietti per i delegati.

 

BEST PARTNERS AWARDS

Si conferma per il secondo anno consecutivo il capitolo Best Partners Awards, per premiare, attraverso le categorie Location, Catering, Piattaforme digitali per eventi, e Servizi per eventi, le società che hanno saputo introdurre aspetti di innovazione per adeguarsi al cambiamento in atto nell'industry.

 

Best Event Awards World premia i migliori eventi e progetti di live communication mondiali.

PER SCARICARE IL BANDO DEL BEA WORLD E ISCRIVERE I PROGETTI, CLICCA QUI

 

--------------------------------

Per informazioni di carattere commerciale:

Paola Morello

Responsabile Commerciale

commerciale@adcgroup.it

Mob. 347-3228570

Tel. +39 02 4976 6316

 

Per informazioni sulle modalità di iscrizione:

Ilaria Scapolo 

ilaria.scapolo@adcgroup.it

Mob. 348 9263816