Evento pubblico

Grande successo per Guinness Storehouse Festival

Nel weekend dedicato a San Patrizio, dal 16 al 18 marzo, Guinness Storehouse, centro visita all’interno del sito di produzione della Guinness nel cuore di Dublino, ha celebrato il patrono con grandi festeggiamenti che hanno coinvolto oltre 13 mila visitatori.

Tre giorni di festa nella casa della birra scura più famosa del mondo: 400 artisti di fama internazionale, 250 kg di salmone e 850 pagnotte di Guinness Bread offerti ai 13 mila visitatori di San Patrizio, festa nazionale Irlandese, e Guinness, birra stout di bicentenaria tradizione: due modi per dire “Irlanda”, due simboli che celebrano su scala mondiale la tradizione di convivialità e l’essenza dello spirito celtico.

Anche quest’anno Guinness Storehouse – centro visita all’interno del sito di produzione della Guinness, nel cuore di Dublino – ha celebrato assieme a tutta la città San Patrizio, il patrono dell’Isola. I festeggiamenti in onore del Santo hanno guadagnato nel tempo una popolarità che va oltre i confini dell'Irlanda, e che anno dopo anno richiama a Dublino migliaia di turisti da tutto il mondo.
Ancora una volta, il weekend dedicato a San Patrizio – dal 16 al 18 marzo – non ha deluso le aspettative, e Dublino si è trovata inondata di turisti da ogni parte del mondo.
giunnt1.JPG
Durante i giorni di San Patrizio, Guinness Storehouse si è trasformata in un tempio di grande festa e movimento – il Guinness Storehouse Festival – che ha attratto, in soli 3 giorni, ben 13.000 visitatori. Un risultato che supera di due migliaia lo strepitoso successo già ottenuto lo scorso anno, in occasione della prima edizione del Festival.
Tre giornate interamente dedicate alla musica, alla cultura e alla tradizione irlandese: 400 artisti da tutto il mondo hanno fatto vibrare la Guinness Storehouse con performance di ogni genere, spaziando dalle percussioni brasiliane al jazz, dai cori gospel alle bande da parata, dalla musica folk irlandese al rock alternativo. Il Festival ha dato ampio spazio anche al recente e popolare Tradfest Movement, una corrente che ha profondamente rinnovato la musica tradizionale irlandese coniugandola con ritmi rock, rap, bluegrass, jazz ed etno.
Oltre all’aspetto culturale e folkloristico, il Festival ha sottolineato ancora una volta il fortunato connubio tra Guinness e la gastronomia della tradizione, una tendenza in via di rapida diffusione in Irlanda.
Durante i giorni di San Patrizio, la Storehouse ha offerto ai visitatori un assaggio di salmone affumicato irlandese servito su pane alla Guinness (Guinness Bread), raggiungendo un totale di ben 250 kg di salmone affumicato e 850 pagnotte di Guinness Bread in appena tre giorni. Durante il Festival i visitatori hanno anche avuto l’opportunità di seguire diverse sessioni di degustazione guidata delle gustose varianti Guinness Draught Stout, Extra Stout e Foreign Extra Stout, il tutto ovviamente incluso nel biglietto di ingresso.
Infine, un mercato artigianale allestito nell’ampia Arrol Suite al secondo piano – Guinness Food and Craft Fair – ha aggiunto un tocco di colore all’interno della già vivissima Storehouse.