UPDATE:
Cambio di poltrone in EACD - Associazione Europea dei Direttori della Comunicazione. Lorenzo Brufani è il nuovo Country Leader, Francesca Burichetti diventa Italy Country Chapter Coordinator.Con 105mila presenze, Milan Games Week & Cartoomics 2022 chiude l'edizione più seguita. Annunciate le date per il 2023, dal 22 al 24 novembreOVS al fianco di Save the Children in occasione del Christmas Jumper Day approda nel Metaverso con OVS Christmas LandTognana lancia una nuova campagna dedicata alla rivoluzionaria linea AvantspaceFerrero affida a Caffeina il rilancio della comunicazione digital e social media del progetto di Csr Kinder Joy of MovingDall'Adforum Worldwide Consultants Summit 2022 i trend più rilevanti per l'industry. "Centralità di dati, Sustainability, Purpose e significato emotivo dei brand, agenzie chiamate a idee rilevanti, che risolvano problemi di business e ingaggino "#AcallforUkraine: dal palco del Bea World Festival, un appello alle aziende europee da parte dei professionisti ucraini: “Non lasciateci da parte, dateci lavoro, faremo del nostro meglio”Il sindaco Brugnaro di Venezia accende il grande albero di Piazza Ferretto a Mestre. Ufficialmente avviata la stagione di eventi "A Venezia è di scena il Natale!"Caorle Street Winter Edition, al via il festival invernale sul litorale che punta a incrementare i flussi turistici anche nei mesi più freddi dell’annoQuest'anno, bici elettriche illuminano l'albero di Natale nel mercatino della stazione di Zurigo, il più grande d'Europa al coperto.
Evento sportivo

Torna Giro-E, la manifestazione a tappe per bici a pedalata assistita organizzata da Rcs Sport. Partenza dalla Sicilia per l'edizione 2022

Il percorso di e-bike experience che dal 10 al 29 maggio risalirà l’Italia della Corsa Rosa partirà da Catania e arriverà a Verona con 18 tappe per 1.025 chilometri. In quattro di esse ci sarà la grande novità dell’EXPO-E, una fiera della micromobilità, della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente che animerà il fine settimana nella prima fermata e poi a Napoli, Torino e Verona. Si consolida il rapporto con la Sicilia, che ospiterà le bici a pedalata assistita per la terza volta, sottolineando il legame tra la Regione e RCS Sport.

L’arabesque del Giro-E in Italia quest’anno comincerà per la terza volta dalla Sicilia, nobile regione ciclistica: nel 2018 l’edizione numero zero partì da Catania, nel 2020 l’edizione numero due prese il via da Caltanissetta, nel 2022, edizione numero quattro, sarà Adrano, nella provincia metropolitana di Catania, a dare il la all’unico evento a tappe per biciclette a pedalata assistita a livello internazionale. Non solo, a Catania debutterà l’EXPO-E, l’ultima iniziativa legata al Giro-E: sarà la prima di quattro tappe della fiera della mobilità sostenibile che accompagnerà i ciclisti nel loro risalire la Penisola.

"Città torturata dai romanzieri catanesi, Catania mi è sembrata del tutto diversa da come essi l’hanno descritta. È bella, ariosa, traversata da una lunga via…” così l’irraggiungibile Guido Piovene in Viaggio in Italia, uscito esattamente 65 anni. Partirà da quelle strade e da quelle atmosfere il Giro-E 2022, che a Milano, non a caso alla BIT - Borsa Internazionale del Turismo, in Fiera Milano City, ha svelato oggi il percorso di questa edizione, presentata ufficialmente al pubblico alla presenza di Roberto Salvador, Direttore Giro-E; Paolo Bellino, Direttore Generale e Amministratore Delegato di RCS Sport, Fabio Mancuso, sindaco di Adrano; Manlio Messina, Assessore Turismo, Sport e Spettacolo Regione Siciliana; Sandro Pappalardo, consigliere del Consiglio di Amministrazione di ENIT; Alberto Cardillo, Responsabile Assessorato allo sport Regione Siciliana (nella foto da sinistra).

Si è parlato del forte legame tra sport, territorio e turismo, ed è stato sottolineato il rapporto tra Regione Siciliana e RCS Sport. Oltre al Giro-E, infatti, RCS Sport sull’isola porta anche il Giro d’Italia e il Giro di Sicilia, la cui terza edizione ha preso il via proprio oggi, 12 aprile. 

Ma naturalmente, il protagonista del giorno è stato il Giro-E 2022, con il suo percorso inedito.

18 tappe, tra il 10 e il 29 maggio. 1.025 chilometri, per una media di 57 chilometri a tappa. 24.780 metri di dislivello positivo, per una media di oltre 1.350 metri di dislivello a tappa. Saranno da un lato un’esperienza esaltante per i partecipanti, dall’altro un duro banco di prova per i produttori di biciclette e batterie. Quattro le tappe a quattro stelle, due a cinque stelle, con gli esuberanti arrivi in quota al Blockhaus, all’Aprica (traguardo della Sforzato Wine Stage). In totale saranno cinque le tappe con un dislivello positivo oltre i 2.000 metri, di cui una, la tappa numero 6, la Orsegna-Blockhaus, supererà addirittura i 3.000 (saranno 3.100, per la precisione). Sarà un Giro-E particolarmente impegnativo sul fronte delle salite, giacché altre quattro tappe saranno comprese tra i 1.700 e i 1.900 metri. Come nel 2021, poi, ci sarà una prova a cronometro (l’ultima tappa, la numero 18, a Verona) e si sconfinerà il Slovenia (anche qui, come l’anno scorso) per la partenza della tappa numero 16, Kobarid-Santuario Castelmonte. La tappa più breve sarà lunga 17,4 chilometri (la cronometro), la più lunga ben 96,4 (tappa numero 7, Civitanova Marche-Jesi). Ma saranno 13 le tappe con una lunghezza pari o superiore ai 50 chilometri.

Il Giro-E è una e-bike experience che si svolge sulle strade del Giro d’Italia nei giorni del Giro d’Italia e offre ai partecipanti le emozioni della Corsa Rosa: il foglio firma alla partenza, la conquista di una delle maglie in palio, la premiazione sul podio dei campioni, una hospitality riservata all’arrivo. Oltre alla straordinaria opportunità di pedalare accanto a leggende del ciclismo, campioni di altri sport o manager appassionati di bicicletta. Un format creato da RCS Sport, lo stesso organizzatore del Giro d’Italia, che per il quarto anno vede Enel X come title sponsor.

Il Giro-E 2022 salterà, a differenza della Corsa Rosa, la partenza da Budapest e scatterà appunto dalla Sicilia, tappa numero quattro del Giro d’Italia. Da quel momento ne ricalcherà il percorso, con l’eccezione delle città di partenza, che sono diverse. In quattro di esse ci sarà la grande novità dell’EXPO-E, una fiera della micromobilità, della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente che animerà il fine settimana a Catania, Napoli, Torino, Verona. Una declinazione naturale per un evento che fra i suoi scopi ha quello di promuovere l’utilizzo della bici elettrica nella vita quotidiana e di conseguenza ridurre il consumo di carburante di origine fossile e l’inquinamento. 

Non mancherà l’attenzione all’ambiente: si rinnova il progetto di sostenibilità Ride Green, che vede nel Giro-E uno dei suoi pilastri. Ride Green è nato nel 2016 per ridurre gli effetti del passaggio della Corsa Rosa sul territorio, attraverso la corretta gestione dei flussi dei rifiuti prodotti, ricorrendo a un sistema di tracciabilità. Con l’ausilio di oltre 200 volontari e di numerose aziende locali, coordinate anche dalla cooperativa E.R.I.C.A., i rifiuti prodotti nelle varie località toccate dal Giro d’Italia vengono raccolti in apposite isole ecologiche posizionate nei punti strategici di ogni tappa, e successivamente avviati al riciclo per essere trasformati in materia prima seconda ed essere rimessi nel ciclo produttivo. Oltre alla raccolta differenziata, il progetto green della Corsa Rosa opera su altri due canali: l’educazione con BiciScuola e, come detto, la mobilità sostenibile con il Giro-E.

 

LE DICHIARAZIONI

Nello Musumeci, Presidente Regione Siciliana: “Il governo siciliano scommette da sempre, con convinzione, sul binomio sport e turismo. Con il Giro di Sicilia, che parte proprio oggi, il Giro d’Italia e il Giro-E, la primavera è, a pieno titolo, la stagione del grande ciclismo nell’Isola. I tre grandi eventi di livello internazionale, fortemente voluti e realizzati con la collaborazione di RCS Sport, oltre a richiamare tantissimi appassionati costituiscono occasioni uniche per ritorno di immagine e promozione turistica. Grazie a queste manifestazioni valorizziamo ulteriormente piccoli e grandi centri della Sicilia, facendo apprezzare la nostra regione in tutto il mondo e, spesso, dando la possibilità di scoprire letteralmente le località meno note. Continuiamo, riscontrando un gradimento sempre maggiore, a proporre all'attenzione del grande pubblico le bellezze storiche, architettoniche e paesaggistiche di questa terra, ricca di ‘tesori’ custoditi tra il mare e le aree interne, dando impulso all’economia turistica e al suo indotto”. 

 

Paolo Bellino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RCS Sport: “Un percorso fantastico e la Grande Partenza del Giro-E dalla Sicilia per la terzo volta: è un’edizione speciale, quella del 2022, che da un lato testimonia il rapporto tra RCS Sport e Regione Siciliana e dall’altro ribadisce l’importanza dello sport come mezzo di comunicazione per esaltare il territorio. Senza dimenticare il nostro impegno per la tutela del Pianeta, che si traduce nella settima edizione di Ride Green, un progetto di grande importanza per tutto il nostro Gruppo e che vuole trasferire cultura sostenibile”.

 

Manlio Messina, Assessore Turismo, Sport e Spettacolo Regione Siciliana: “Anche il Giro-E testimonia l'attenzione del governo Musumeci allo sviluppo di nuovi segmenti turistici. La Sicilia si candida a essere un paradiso per tutti i ciclisti, non solo per gli atleti delle competizioni agonistiche che danno alla nostra Isola la ribalta dei grandi palcoscenici internazionali. Ci  proponiamo come terra da esplorare, ricca di luoghi da scoprire pedalando tra mare e montagna, magari proprio in sella a biciclette a pedalata assistita, mezzi che si addicono perfettamente alla scoperta del nostro variegato e sorprendente territorio con le sue tradizioni, le sue specialità culinarie e le sue unicità. Il turismo sportivo è un ambito in cui crediamo profondamente. Lavoriamo per rendere ‘l'Universo Sicilia’ sempre più attrattivo!”.

 

Augusto Raggi, Responsabile di Enel X Italia: “Il Giro-E è un esempio vincente per il Paese perché porta sul territorio i valori della competizione sportiva e della sostenibilità, un binomio che ci ha spinto 4 anni fa a intraprendere questo viaggio al fianco della manifestazione. Oggi rinnoviamo la nostra collaborazione perché vogliamo far conoscere alle persone, lungo tutto il percorso della gara, l’impegno di Enel X nello sviluppo di soluzioni e servizi di efficienza energetica ed elettrificazione dei consumi, in ambito pubblico, business e domestico”.

 

Giorgio Palmucci, presidente ENIT: “Recuperare e cogliere le tradizioni in modo capillare fin nel profondo del tessuto connettivo della Penisola. Una strategia di sviluppo che finalizza la tutela e la riproposizione innovativa di luoghi, memorie, conoscenze e artigianalità che fanno del nostro Paese un circuito di straordinarietà diffuse. Il cicloturismo, con la sua eco che viene da lontano è imprescindibile nella crescita degli anni futuri. L’Italia turistica che investe sulla sostenibilità non può mancare ad un appuntamento così cruciale, storico e opinion marker come il Giro Italia anche nella formula partecipata del Giro E che valorizza i territori e la loro conoscenza slow. ENIT sostiene i valori e la promozione del cicloturismo ed invoglia alla scoperta dei luoghi meno conosciuti dell’Italia dalla prospettiva appagante della bici. I visitatori dai Paesi di Prossimità e dagli Usa hanno già dimostrato negli anni di prediligere la Penisola dalla visuale "dal sellino”. Con la pandemia si è rafforzato un approccio naturalistico e active al viaggio ed è in crescita la vendita dei pacchetti turistici dedicati al bike in Italia. Pedalare diventa quasi una forma simbolica di reazione positiva e vincente agli accadimenti di questi anni e alla contingenza attuale, per andare e guardare avanti”. 

 

Roberta Garibaldi, Amministratore Delegato ENIT:La partnership con i grandi eventi sportivi è uno strumento importante per il marketing dell’Italia. Questo vale in particolare per eventi come il Giro d’Italia che sono un pezzo della nostra identità nazionale: un evento che valorizza i territori e che è in grado di parlare a pubblici per noi particolarmente interessanti. Vogliamo infatti lavorare sul cicloturismo e su tutti quei turismi slow in grado di valorizzare i luoghi meno conosciuti e l’Italia più interna. Si tratta infatti di un evento in grado di produrre importanti impatti in termini di visibilità dei territori ospitanti, grazie all’evento reach dei broadcaster internazionali. Insieme al Giro d’Italia possiamo costruire un messaggio unico e coerente per raccontare un Paese fondato sulla pluralità e sull’apertura dei suoi paesaggi, delle sue culture e delle sue persone, in cui fare sport in un ambiente unico è una esperienza per tutti”.

 

Roberto Salvador, Direttore del Giro-E:La partenza del Giro-E 2022 sarà all’insegna della Sicilia. La città metropolitana di Catania ospiterà l’evento di presentazione dei team nel centro cittadino, il 9 maggio, mentre la partenza della prima tappa sarà da Adrano il 10, e tutto questo nel contesto del primo appuntamento con EXPO-E. Il rapporto con il territorio è divenuto di edizione in edizione sempre più stretto. Quest’anno le città di partenza saranno ancora più coinvolte, perché abbiamo creato un contest a cui possono partecipare i residenti tramite un’applicazione che valuterà la sostenibilità dei loro spostamenti, all’insegna di un Giro-E sempre più green”.

 

I PARTNER

Enel X Title sponsor e Maglia Viola; ENIT Maglia Arancio; Trenitalia Maglia Verde-Ride Green; Intimissimi Uomo Maglia Bianca; Ente Turismo Sloveno Maglia Pistacchio; ACI Maglia Rossa; Toyota Official Car Sponsor; Tissot Official Time Keeper; Yamaha Official Scooter Partner; NamedSport Official Nutrition Sponsor; Lauretana Official Water Partner; Bianchi Official E-Bike Partner; Castelli Official Jersey Partner; Shimano Official Technical Partner; Astoria Official Wine Partner; Lollo Official Coffee Supplier; Iveco BUS Official Bus Partner; San Gabriel Official Beer.