Out of Home

Vestiaire Collective pianifica mega affissioni ad hoc nelle principali città italiane. La firma We Social all'insegna dell'ironia

A Verona, ad esempio, l'headline è: “Non è vecio. È vintage”. Trattamento speciale per Milano, capitale della moda con manifesti in metropolitana e superficie, sui quali risaltano frasi come “Investi in borse, non in borsa” e “Una moda più sostenibile dell’avocado toast”.

Vestiaire Collective, l’app di moda di lusso di seconda mano, ritorna con una serie di affissioni in alcune delle principali città italiane. Dopo Milano, la nuova campagna approda anche a Bologna, Firenze, Torino e Verona, per parlare con ironia e leggerezza il linguaggio della moda.

A Bologna si racconta la qualità dei pezzi second-hand della piattaforma con lo slogan "La moda di seconda mano è come Cesare. Migliora col tempo". A Torino, il brand comunica la disponibilità di splendidi item vintage con “Stile da Vecchia Signora. Ma il calcio non c’entra”. A Verona si parla agli abitanti nel loro stesso dialetto con “Non è vecio. È vintage”. Mentre a Firenze, culla dell’arte quattrocentesca, lo slogan “Il Rinascimento della moda” esalta la circolarità del fashion in modo diretto. E questi sono soltanto alcuni esempi.

A Milano, invece, capitale della moda, è stato riservato un trattamento speciale. Oltre ai manifesti in metropolitana e superficie, sui quali risaltano frasi come “Investi in borse, non in borsa” e “Una moda più sostenibile dell’avocado toast”, Vestiaire Collective ha presidiato uno degli spazi pubblicitari più famosi e vistosi della città: la maxi-affissione di via Melchiorre Gioia. Sui 2500 mq del billboard, le migliaia di persone che passano di lì leggono “Moda second-hand della Madonnina”, un modo irriverente e d’impatto per comunicare il pregio dei capi di lusso presenti su Vestiaire Collective e l’essenza stessa del brand.

L’attività, firmata da We Are Social, prende quindi elementi tipici del territorio e dà loro una forma che strizza l’occhio al mondo del fashion e ai principi di sostenibilità ed eleganza di Vestiaire Collective. 

 

Crediti 

Agency: We Are Social

Executive Creative Director: Alessandro Sciarpelletti

Executive Creative Production Director: Daniele Piazza

Creative Director: Paulo Gonzalez, Mattia Lacchini

Creative: Francesco Ravelli

Mid-Weight Art Director: Giacomo Casarollo

Head of Client Services: Miguel Lima

Account Director: Mara Bonavoglia

Senior Account Manager: Ilario Ruffini

Strategy Director: Marta Prosperi