Csr

Bonduelle dal 27 agosto con il globo IN-SEME mette in mostra a Milano la sua idea di sostenibilità

L’installazione rientra nell’ambito dell’iniziativa “Cento globi per un futuro sostenibile”, promossa da WePlanet per sensibilizzare sui temi della sostenibilità facendo leva sull’arte.

 Ci sarà anche IN-SEME, il globo terrestre di Bonduelle, tra i 100 globi che verranno esposti dal 27 agosto al 7 novembre in diversi punti della città di Milano nell’ambito della mostra “La grande mostra – obiettivo nazioni unite e global goals: cento globi per un nuovo futuro”. La manifestazione, promossa dall’associazione WePlanet in collaborazione con istituzioni ed aziende di tutta Italia, vedrà protagonisti cento globi personalizzati da cento artisti, designer e studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera con l’obiettivo di illustrare la visione positiva che le aziende hanno del futuro. IN-SEME sarà collocato in piazza Duomo per comunicare l’idea di sostenibilità di Bonduelle.

IN-SEME rappresenta il contenitore di un orto urbano di cui prendersi cura quotidianamente ed è un invito simbolico a tutti a prendersi cura della propria vita, partendo da una sana alimentazione fatta dei prodotti che la natura stessa ci offre.

Come già dimostrano da ‘B!pact’, il patto con il pianeta, il cibo e le persone e da ‘Bonduelle s’impegna per un’agricoltura sostenibile’, il programma volto a favorire un’agricoltura e un’alimentazione sostenibili, la missione di Bonduelle è di portare sulle tavole degli italiani cibi sani e naturali affinché diventino la base del regime alimentare di ciascun individuo, per far del bene alla salute nostra e del Pianeta. Missione che attraverso un percorso sfidante ha l’obiettivo di ottenere la certificazione B-corp, come Bonduelle Italia, entro il 2021.

“Come Bonduelle siamo entusiasti di poter mostrare a Milano il nostro globo, che rappresenta la visione che l’azienda ha della sostenibilità”, dichiara Laura Bettazzoli, Marketing Director Bonduelle Italia. “Favorire un’alimentazione sana basata sui prodotti della natura è tra i nostri obiettivi quotidiani, oltre all’adozione di tecnologie ad alta efficienza energetica e di soluzioni che limitano l’impatto ambientale. Per questo motivo abbiamo sostenuto in maniera decisa WePlanet, un’iniziativa che siamo certi sensibilizzerà ulteriormente il pubblico e le future generazioni sui temi ambientali attraverso la cultura”.

Autrice del globo Bonduelle è MOMI, una giovane artista neolaureata all’Accademia di Belle Arti di Brera i cui studi vertono a trovare un punto di contatto tra il mondo naturale e l’intervento dell’uomo, trasmettendo questa fusione in un gesto artistico.

“Spesso la tendenza di questa nuova società, dirompente, tecnologicamente avanzata, non ci fa fermare a riflettere”, dichiara MOMI“Il desiderio di avere tutto subito, di possedere oggetti che diventano la nostra immagine, è diventata fondamentale e non siamo più disposti all’attesa. Per questo diventa indispensabile dare un valore a ciò che sta dietro all’immagine: un mondo apparentemente grezzo che regala lo spettacolo della vita, mostrando che per fare grandi cose bisogna partire dal piccolo”.

IN-SEME sarà un’installazione interattiva: inquadrando infatti con la fotocamera di un device il codice QR posizionato sulla base del globo, si accederà a contenuti multimediali quali schede, video e approfondimenti sul globo, sull’azienda e le sue iniziative. Un modo per imparare come migliorare la vita nel rapporto con il pianeta.

Quella organizzata da WePlanet è una mostra contemporanea en plein air che vuole invitare a riflettere sul tema della sostenibilità, dell’inquinamento, del risparmio energetico e di tutte le tematiche legate al benessere nostro e del nostro Pianeta. Al termine della mostra è prevista un’Asta, in collaborazione con Sotheby’s Italia, per raccogliere fondi da destinare a progetti concreti sulla sostenibilità e sulla sanità.