Csr

Burgo Group pubblica il Paper Field 2007

Il rapporto ambientale, come spiega l'ad Girolamo Marchi, ha lo scopo di offrire un quadro completo e trasparente delle interazioni delle attività industriali del gruppo con l'ambiente e delle strategie per migliorarle.

Per Burgo Group, principale produttore sud europeo di carte grafiche, la salvaguardia dell'ambiente, l'ottimizzazione del consumo, della produzione di energia, la sicurezza e la salute dei dipendenti sono una priorità, un investimento e un impegno che va oltre gli obblighi di legge.

Lo dimostrano i dati e le informazioni contenuti nel Paper Field 2007, il rapporto ambientale che, come spiega l'amministratore delegato Girolamo Marchi , ha lo scopo di offrire "un quadro completo e trasparente delle interazioni delle attività industriali di Burgo Group con l'ambiente e delle strategie per migliorarle".

Si tratta di una pubblicazione di 80 pagine, divise in 5 capitoli di facile e comprensibile lettura sia per chi opera nel settore, sia per chi sa poco di cartiere e del loro impatto ambientale. Con investimenti mirati (negli ultimi due anni il 30% del totale), Burgo Group (e in precedenza Burgo e Marchi, le aziende che lo hanno costituito) porta avanti da tempo un programma di azioni volontarie per rendere concreti i principi dello sviluppo sostenibile e della responsabilità aziendale.

Ne sono testimonianza le certificazioni di Gruppo ISO 9001:2000 del Sistema di Gestione della Qualità, ISO 14001:2004 del Sistema di Gestione Ambientale, la certificazione di Gruppo multisito della Catena di Custodia delle materie prime di origine forestale secondo i principi FSC (Forest Stewardship Council) e PEFC (Program for Endorsement of Forest Certification schemes) ottenuta da diversi stabilimenti e la registrazione Emas per quelli di Toscolano e Burgo Ardennes.

Obiettivi per il triennio 2008-2010 sono il totale utilizzo di cellulose acquistate di provenienza controllata e tracciabile, l'estensione ad altri due stabilimenti del Gruppo delle registrazione Emas e delle certificazioni della Catena di Custodia, l'incremento del 50% degli impianti di cogenerazione con risparmio di energia e minori emissioni di gas nell'atmosfera, oltre alla riduzione del 5% del consumo di acqua e del 10% dei fanghi formati dai residui di produzione, l'implementazione del sistema di gestione della Sicurezza secondo i requisiti OHSAS 18001:2007 in quattro stabilimenti.

Il rapporto ambientale è stampato in cinque lingue sulla patinata R4 Chorus gloss 250 g/m² certificata PEFC, per la copertina, sulla patinata Respecta satin 170 g/m² e sulla naturale Ethica White 120 g/m², entrambe certificate FSC, per l'interno.

E' possibile scaricare la copia elettronica in italiano o in inglese dal sito burgogroup.com/ambiente.