Media

Poligrafici: nel 2006 utile netto di 3,7 milioni di euro

Il fatturato pubblicitario ha registrato un decremento di 10,1 milioni  di euro rispetto al 2005, dovuto al deludente andamento della raccolta pubblicitaria di quotidiani regionali ed alla cessazione di alcune pubblicazioni periodiche. La nuova politica dei collaterali ha registrato nel 2006 una marginalità superiore al milione di euro. (Nella foto l'amministratore delegato Andrea Riffeser Monti )

Si è tenuto a Bologna oggi 27 marzo 2007 il Consiglio di Amministrazione della Poligrafici Editoriale per l'approvazione del bilancio e del bilancio consolidato 2006. (Nella foto l'amministratore delegato Andrea Riffeser Monti)

Andamento della gestione del Gruppo.

Il bilancio consolidato della Poligrafici Editoriale , al 31 dicembre 2006, evidenzia un utile netto di 3,7 milioni di euro, dopo aver effettuato ammortamenti per 9,0 milioni di euro, aver registrato oneri finanziari e svalutazioni di partecipazioni per 7,4 milioni di euro ed aver contabilizzato dividendi da partecipazioni per 11,2 milioni di euro. Nell'esercizio precedente il conto economico registrava un utile netto di € 12,7 milioni dopo aver contabilizzato ammortamenti per € 9,8 milioni ed oneri finanziari e svalutazioni di partecipazioni per € 14,1 milioni. Per una corretta valutazione dei risultati di gestione dei due esercizi è opportuno ricordare che il bilancio del 2005 aveva beneficiato di una plusvalenza di € 31,2 milioni per la cessione della partecipazione in Dada e di contributi per € 4,6 milioni concessi per l'acquisto della carta e non più erogati nell'anno 2006.

Il risultato operativo consolidato, al netto delle plusvalenze, risulta positivo di 1,4 milioni di euro, con un sostanziale miglioramento sull'esercizio 2005 che, al netto delle plusvalenze, era negativo di 4,2 milioni milioni.  L'incremento dei ricavi per la vendita dei quotidiani e riviste è pari a 3,1 milioni di euro (+3,5%) cui si contrappone una diminuzione del fatturato pubblicitario e delle vendite di prodotti collaterali di 11,3 milioni di euro.

I ricavi consolidati passano a 266 milioni di euro da 272,7 milioni del 2005. I costi operativi diminuiscono di 10,4 milioni di euro rispetto al 2005. Si registra anche una riduzione di 4,4 milioni di euro del costo del lavoro che passa da 110,6 milioni di euro del 2005 a 106,2 milioni del 2006. La gestione finanziaria evidenzia proventi, al netto delle svalutazioni di partecipazioni, per 3,8 milioni, particolarmente dovuti all'operazione straordinaria deliberata nel 2006 dai soci della Consortium. Nell'esercizio 2005 la gestione finanziaria netta era negativa per 14,1 milioni e comprendeva la svalutazione dell'opzione put, ammontante a 8 milioni, relativa alla partecipazione nella società francese Presse Alliance SA. L'indebitamento finanziario netto consolidato ammontante a 20,1 milioni migliora di 5 milioni rispetto al 31 dicembre 2005. La variazione positiva è data dalla liquidità generata dalla gestione operativa e finanziaria del gruppo che ha più che compensato gli investimenti industriali realizzati ed il pagamento dei dividendi corrisposti dalla Poligrafici Editoriale agli azionisti.

Principali settori in cui opera il Gruppo.

Settore editoriale. Nell'anno 2006 il fatturato consolidato ha registrato un incremento di  3,1 milioni di euro rispetto al 2005 (+3,5%). La diffusione complessiva dei nostri quotidiani ha superato 380.000 copie medie giornaliere ed ha fatto segnare un miglioramento dell' 1% sull'anno precedente. Secondo l'ultima indagine Audipress 'QN Quotidiano Nazionale', con un numero di lettori superiore a 2.350.000, si conferma al terzo posto tra i quotidiani di informazione più letti.

Settore pubblicitario. Il fatturato ha registrato un decremento di 10,1 milioni di euro, rispetto allo stesso periodo del 2005, in parte dovuto al deludente andamento della raccolta pubblicitaria relativa ai quotidiani regionali ed in parte alla cessazione di alcune pubblicazioni periodiche. La riorganizzazione messa in atto dal nuovo management della concessionaria SPE ed il completamento del progetto full color per la stampa a colori entro la fine dell'esercizio 2007 dovrebbero portare ad un sostanziale miglioramento delle perfomances della pubblicità.
Settore stampa per conto terzi.  Il fatturato del periodo evidenzia un incremento di 1,7 milioni  di euro rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente, derivante dall'acquisizione di nuove commesse per la stampa di riviste e folder per il mercato italiano.
Settore vendita di prodotti collaterali. Gli abbinamenti dei prodotti collaterali con i quotidiani del Gruppo sono proseguiti con l'offerta di una vasta gamma di prodotti di grande qualità e di alto reddito. Tale nuova politica ha registrato nel 2006 una marginalità superiore al milione di euro. I principali abbinamenti hanno riguardato prodotti editoriali quali 'l'Enciclopedia della salute', 'Monografie del gusto', 'La biblioteca dei misteri', 'Atlante National Geographic', 'Verde pratico', 'I grandi libri per creare' oltre a film in dvd, corsi di inglese su cd e dvd e cd musicali.
Settore Internet e multimediale. La società Monrif Net attiva nel settore delle iniziative multimediali, cura la messa in rete delle edizioni elettroniche delle testate del Gruppo. Le novità proposte dal sito internet attraverso i Blog, Forum e News hanno permesso di superare il milione e duecentomila utenti unici mensili con più di 12.000.000 di pagine viste che collocano 'Quotidiano.net' ai primi posti in Italia tra i siti di informazione.

Principali avvenimenti nell'esercizio 2006.

I principali avvenimenti intervenuti nel corso dell'anno 2006 sono i seguenti: · La Poligrafici Editoriale e la società controllata Centro Stampa Poligrafici  hanno acquistato dalla Koenig & Bauer AG, in leasing finanziario con un investimento di oltre 32 milioni di euro, quattro nuove rotative di cui tre 'Colora' per la stampa full color dei quotidiani del Gruppo: QN Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno ed una 'Commander' per la stampa di prodotti di tipo commerciale. Nel mese di settembre 2006 sono iniziati i lavori per la realizzazione di un nuovo fabbricato industriale, adiacente l'attuale complesso produttivo di via Mattei in Bologna, che sarà adibito all'installazione di due delle quattro rotative. Gli altri apparati di stampa saranno installati uno in Campi Bisenzio (FI) presso il Centro Stampa Poligrafici e l'altro presso uno stampatore terzo a Milano. L'entrata in esercizio delle nuove rotative in successione a partire dal mese di luglio 2007 e l'adeguamento tecnico delle altre tre rotative 'Goss HT70', già installate a Bologna e a Firenze, consentiranno la produzione a colori di tutte le edizioni dei quotidiani del Gruppo. Il 21 aprile 2006 la testata Il Giorno ha celebrato l'anniversario dei 50 anni dall'uscita del primo numero.

L'andamento dei primi mesi del 2007 è in linea con i programmi previsti per tutti i settori in cui opera il Gruppo. I risultati di gestione dell'esercizio in corso, se non si verificheranno fatti negativi oggi non prevedibili, dovrebbero evidenziare un risultato in linea con quello del 2006.

Il Consiglio di Amministrazione ha predisposto la relazione annuale sulla Corporate Governance, che conferma l'adesione al Codice di autodisciplina per le Società quotate secondo quanto previsto dall'art. 124 bis del D. Lgs. 58/98 e successive modificazioni.  Il Consiglio di Amministrazione di Poligrafici Editoriale  ha convocato l'Assemblea ordinaria e straordinaria dei Soci per i giorni 30 aprile 2007 e 3 maggio 2007 rispettivamente in prima convocazione e seconda convocazione, alle ore 10,30 presso gli uffici della Società in Bologna via De' Gombruti n. 13. 

Il Consiglio di Amministrazione proporrà, all'Assemblea degli Azionisti, la distribuzione di un dividendo unitario, al lordo delle ritenute di legge, pari a 0,026 euro per azione (con stacco della cedola n. 19 il 21 maggio 2007 e pagamento il 24 maggio 2007).

Il Consiglio di Amministrazione proporrà all'Assemblea degli Azionisti di rinnovare l'autorizzazione all'acquisto e disposizione di azioni proprie per un massimo del 5% del capitale sociale e di azioni della controllante Monrif S.p.A. per un massimo del 2% del capitale sociale; oltre alla contestuale revoca della delibera assembleare del 27 aprile 2006 relativa a simile autorizzazione. 

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoporre all'Assemblea straordinaria dei Soci alcune modifiche dello statuto sociale finalizzate all'adeguamento alle nuove disposizioni di tutela del risparmio previste dalla legge 262/2005.