Scenari

Kantar. La maggioranza dei cittadini in Italia, Paesi Bassi e Gran Bretagna, intende vaccinarsi contro il COVID-19 Elevate le rappresentanze che dissentono in Francia e Stati Uniti.

Uno studio cross-countries di Kantar sugli atteggiamenti dei cittadini nei confronti del vaccino Covid-19, rivela che francesi e americani sono i più titubanti, con 4 su 10 in Francia e 1 su 4 negli USA che dicono di non volerlo fare. La maggioranza dei cittadini di Italia (80%), Paesi Bassi e Gran Bretagna (entrambi 76%), invece probabilmente si sottoporrà al vaccino ed esprime soddisfazione per l'introduzione della vaccinazione da parte del loro governo.

Un nuovo studio della divisione Public di Kantar, ha evidenziato
atteggiamenti diversi dei cittadini verso l'attuale diffusione dei vaccini Covid-19 in Gran Bretagna, Francia, Italia, Germania, Paesi Bassi, Stati Uniti e India.
Lo studio rivela che:
- Il 37% dei cittadini francesi sicuramente / probabilmente non vorrebbe il vaccino Covid se anche fosse per loro disponibile: più del doppio rispetto a Gran Bretagna (14%) e Italia (12%)
- Il 26% delle persone negli Stati Uniti e il 23% delle persone in Germania dice che sicuramente / probabilmente non vorranno vaccinarsi
- l'82% delle persone in India, l'80% delle persone in Italia e il 76% delle persone sia nei Paesi Bassi che in Gran Bretagna afferma invece di volerlo (sicuramente/ probabilmente)
- il 61% dei cittadini in Gran Bretagna è molto/abbastanza soddisfatto dell'organizzazione della campagna di vaccinazione da parte del proprio governo, rispetto al 44% in Germania e solo il 31% in Francia. In Italia, abbiamo un 58% di cittadini molto/abbastanza soddisfatti, mentre un 37% si ritiene abbastanza/molto insoddisfatto.
- il 44% delle persone in India considera il proprio governo una fonte affidabile di informazioni sui vaccini, rispetto al 30% rispettivamente nei Paesi Bassi e in Gran Bretagna.

Solo l'11% dei cittadini americani e il 13% dei francesi dice la stessa cosa.

Federico Capeci (nella foto), CEO Italy, Greece & Israel, ha così commentato: "Lo studio evidenzia la grande sfida di comunicazione che i governi devono affrontare nella speranza di migliorare il livello di accettazione dei vaccini nel proprio Paese. Rimane chiara l’esitazione di grandi minoranze in Francia, Germania e Stati Uniti, dove i cittadini possono essere due o tre volte più propensi a fidarsi del loro medico di famiglia che del loro governo”.

"I responsabili politici stanno naturalmente considerando le modalità più efficaci per migliorare la percezione ed aumentare l’apertura dei cittadini verso l'adozione dei vaccini nei prossimi mesi; sarà importante considerare che le autorità sanitarie sono ancora considerate le fonti più autorevoli di informazioni affidabili in quest’ambito."

Ulteriori evidenze:
- Gli uomini sono più propensi a fare il vaccino - in media, il 74% sicuramente / probabilmente sarebbe vaccinato rispetto al 67% delle donne in tutti i paesi.
- Il divario tra uomini e donne nella probabilità dichiarata di essere vaccinati è più ampio negli Stati Uniti e in Germania. Negli Stati Uniti, il 69% degli uomini dice che sicuramente/ probabilmente lo farebbe, rispetto al 55% delle donne. In Germania, il 72% degli uomini dice che sicuramente/ probabilmente lo farebbe, rispetto al 63% delle donne
- L'esitazione nei confronti del vaccino è più alta tra i più giovani, con oltre la metà dei francesi di 25-34 anni (52%) e quasi un terzo degli olandesi di 25-34 anni (32%) che indicano che probabilmente non si farebbero vaccinare
- In media 'le autorità sanitarie del mio paese' (41%) e  'il mio medico di famiglia' (39%) sono considerati le fonti di informazione più affidabili sul vaccino Covid in tutti e sette i mercati
- Il 26% degli indiani ha citato i social media come fonte affidabile d’informazioni sul vaccino, rispetto al solo 5% in Germania e al 4% in Italia e nei Paesi Bassi
- Le preoccupazioni sulla sicurezza e la mancanza di prove sulla sicurezza sono citate come il fattore più significativo nell'esitazione del vaccino in tutti i mercati

 

Informazioni metodologiche
Un totale di 7.133 interviste sono state condotte online tra gli adulti che vivono in India, Italia, Paesi Bassi,Francia, Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti d'America tra il 13 e il 26 gennaio 2021. Utilizzando il panel di ricerca LifePoints di Kantar, accessibile solo attraverso il Kantar Profiles Network, tutte le interviste sono state condotte online e raccolte sulla base delle distribuzioni censuarie nazionali.