UPDATE:
Cannes Lions 2024. Bartoletti (Indiana Production): "I due argenti a Coordown premiano una campagna che scardina i format tradizionali e suggerisce un valore universale"Cannes Lions 2024. Eoin Sherry (LePub Italy) sul Leone d'Oro a 'Pub Museums' per Heineken: "Una campagna che trasforma i pub storici in experience di brand"Cannes Lions 2024. Droga (Accenture Song): “Nessun timore o nostalgia: la creatività che nasce dalle ricerche è molto peggio di quella generata dall’IA”. Murati (Open AI): “Non temere la tecnologia ma sperimentarla. Lavoriamo per renderla più facile"Cannes Lions 2024. Di Bruno/Dionisi BBDO Italy: "L'Argento a Make Italy Green per E.ON riconosce un lavoro di team con il cliente e il legame forte del purpose aziendale con la mission di portare energia pulita"De Vecchi (VML Health): "Il bronzo a “Not A Lonely Journey” di VML Italy per Biogen un primo traguardo per una campagna progettata per dimostrare, tramite l’esperienza diretta dei pazienti SMA, che una condizione differente è possibile".Cannes Lions 2024. Outdoor: 3 leoni per LePub/Heineken (oro e argento a Pub Museums, bronzo a Laundromatch), argento anche a Make Italy Green di BBDO per E.ON. GP a Spagna e Nuova Zelanda. Audio & Radio: argento a Pub Museums e GP a UK. Print & P: Gp USACannes Lions 2024. Venturelli (Publicis Groupe): “Nell’era del post-purpose, vincono i brand capaci di trasformarlo in una leva di business. Nessuna invasione dell’IA, usata però per realizzare ciò che sarebbe altrimenti impossibile”A Catania la tappa italiana dell'International Recycling Tour, progetto internazionale di Every Can Counts per la raccolta "on the go" delle lattine per bevandeIGPDecaux si aggiudica un contratto di 13 anni per la metropolitana, gli autobus e i tram di RomaCannes Lion 2024 | Argento all'Italia in Health & Wellness con Small/Indiana Production per 'Assume That I Can' di Coordown. Bronzo a VML nel Pharma per 'Not a Lonely Journey' di Biogen. Premiati umorismo e purpose come leva di business e sviluppo sociale
Scenari

Secondo Adjinn, a investire di più nella pubblicità digitale, in aprile, è ancora la Distribuzione con un 11,5% di Share of Voice

Il formato Display si conferma il preferito con un 50,3%, mantenendosi stabile in questo inizio di secondo trimestre dell’anno, così come resta stabile il formato Video con un 49,3%.

Anche in aprile, come a marzo, il settore della Distribuzione continua a mantenere il primo posto nella classifica degli investimenti in pubblicità digitale.

La Grande Distribuzione Organizzata, che include sia il largo consumo, sia la distribuzione specializzata in specifiche categorie di beni, resta al primo posto con un 11,5% di Share of Voice d’investimento (11,9% a marzo), a dimostrazione dell’importanza che sta avendo il Retail Media nel mercato italiano. Molti rivenditori specializzati, con l’arrivo della bella stagione, hanno concentrato l’investimento sulla promozione di prodotti per giardini e terrazzi. Questi i dati di Adjinn, multinazionale con expertise in servizi di digital advertising measurement e benchmarking data, presente in 38 Paesi fra cui l’Italia, guidata da Gustavo Núñez (nella foto)

Il formato Display si conferma il preferito con un 50,3% di Share of Voice di investimento, mantenendosi stabile in questo inizio di secondo trimestre dell’anno. Anche il formato Video si mantiene stabile con un 49,3%.

mercato digitale aprile