Scenari

IPG Mediabrands. UEFA EURO 2024. Per Italia - Spagna 12,3 mln di spettatori e share del 57,9%. Di Rocco (UM Italy): “Un pubblico importante incollato alla tv. Un'audience eterogenea e rilevante, una grande opportunità per aziende e brand"

Come sottolinea ad ADVexpress Claudio Di Rocco (nella foto), Group Account Director dell'agenzia di IPG: "La Nazionale di calcio rappresenta un'occasione unica per sviluppare campagne pubblicitarie con creatività mirate, capaci di sfruttare al meglio l'entusiasmo e l'aggregazione che si creano attorno ai grandi eventi. Le aziende che sapranno cogliere questa opportunità potranno beneficiare di una visibilità eccezionale e di un ritorno sull'investimento decisamente interessante".

Pubblichiamo le analisi degli ascolti delle partite della Nazionale Italiana condotte in esclusiva per ADVexpress dal team Research di IPG Mediabrands. Dal 14 giugno al 14 luglio 2024 occhi puntati sugli Europei di Calcio 2024, che, dopo l’edizione itinerante del 2021, tornano ad essere organizzati da un solo Paese ospitante: la Germania.

24 le Nazionali, pronte a contendersi la vittoria in dieci dei più grandi stadi tedeschi. Rai trasmetterà le ventidue migliori partite su Rai 1, tutte concentrate nel prime time mentre nove, quelle previste nel preserale (h. 18.00) su Rai 2. Sky programmerà, invece, tutti i 51 match, di cui 20 in esclusiva. Questi ultimi saranno visibili dagli abbonati Sky Sport e Sky Calcio mentre le partite in simulcast con Rai saranno disponibili a tutti gli abbonati.

L’Italia, Campione d’Europa in carica, è stata inserita nel gruppo B e, durante la fase Gironi, si deve scontrare con Albania, Spagna e Croazia. Gli Azzurri hanno iniziato già il loro cammino ad Euro 2024 con la vittoria in rimonta ottenuta contro la formazione albanese di Sylvinho. Durante l’incontro, nella prima serata di sabato 15 giugno, hanno dovuto recuperare il gol segnato dall’attaccante Bajarami solo al 23” dal fischio di inizio: la rete più veloce della storia degli Europei. Il pareggio è arrivato all’11’ grazie al colpo di testa di Bastoni mentre il vantaggio è arrivato al 16’ con Barella. La Nazionale ha controllato il gioco per gran parte della partita che si è svolta, fondamentalmente, nel I° tempo. L’ascolto è stato performante: ben 10,4 milioni di spettatori su Rai 1 pari ad una share del 55,7% con picchi poco sopra gli 11,1 milioni. Sky ha trasmesso in simulcast il match, coinvolgendo ben 4 canali: Sky Sport Uno, Sky Sport Calcio, Sky Sport 4K e Sky Sport 251. L’audience totale sulle reti satellitari è stata di 1,1 milioni di Individui con share del 6,0%, raggiungendo 1,2 milioni con l’inclusione dell’app Sky Go (fonte: Marketing Sky).

Giovedì 20 giugno il secondo ed attesissimo match con le “Furie Rosse”. All'Arena di Gelsenkirchen gli Azzurri hanno affrontato la Spagna di De La Fuente, con in palio la posizione di capolista nel gruppo B. Purtroppo l’Italia nella sconfitta, causata, oltretutto, da un autogol di Calafiori al 55’, ha effettuato solo quattro tiri totali. Si tratta di un record negativo per gli Azzurri in un incontro tra Europei e Mondiali da quando il dato è disponibile (ovvero dal 1980). Poche idee e confuse sia in zona offensiva che difensiva: il divario tecnico, fisico e tattico è stato netto ed evidente e l'1-0 finale in favore della Spagna assume un connotato accettabile solo ed esclusivamente per la qualità tra i pali del capitano Donnarumma.

La partita è stata seguita da 12,3 milioni di spettatori pari ad una share del ben 57,9%. Il 1° tempo è stato quello più seguito: 12,4 milioni di Individui vs 12,2 del II° tempo. Sono anche stati raggiunti picchi interessanti intorno ai 13,4 milioni. Le quattro reti Sky coinvolte nella programmazione hanno registrato un ascolto totale di 1,1 milioni con share del 5,0%. Il canale satellitare con la maggiore platea televisiva è sempre Sky Sport Uno con 543 mila individui (share del 2,6%).

La controprogrammazione è stata ovviamente assente. I principali competitor generalisti hanno trasmesso solo film: Canale 5, per esempio, ha rispolverato “Ghost”, un evergreen datato 1990.
Italia Spagna
Intorno ad Euro 24 anche alcuni programmi di approfondimento. Su Rai 1 “Notti Europee”, nelle due serate dell’Italia, registra ascolti interessanti. Condotto dai giornalisti sportivi, Paola Ferrari e Marco Mazzocchi e con Giusy Meloni per la parte Social, mostra i maggiori ascolti proprio sabato 15 e giovedì 20 Giugno. L’altro programma – targato Rai 2 “Dribbling Europei”, on air nella fascia meridiana e condotto da Paolo Paganini, sintonizza un pubblico più contenuto intorno ai 654 mila individui con share del 5,4%.

Relativamente al mondo Social, Meta ha confermato che su Facebook e Instagram non sono previste particolari iniziative, l’hashtag #euro2024 già spopola tra gli utenti. TikTok non sponsorizza l’evento, come aveva fatto in passato, pur introducendo alcune iniziative interessanti: tutti coloro che cercheranno Italia oppure Euro 2024 su TikTok saranno indirizzati su una pagina dedicata ai contenuti degli Europei e alla nostra Nazionale che è molto attiva sulla piattaforma: l’account ufficiale ha già oltre 1,3 milioni di follower e fra i vari giocatori l’ultimo arrivato è il portiere Donnarumma.

Questi, invece, i dati comunicati dal Marketing Rai (Fonte: Talkwalker 24/7):

Partita2

Claudio Di Rocco (nella foto in alto), Group Account Director UM Italy, commenta: “Un pubblico importante incollato alla tv per la sfida degli Azzurri contro la Spagna: oltre 12 milioni di telespettatori e il 57,9% di share, numeri che riportano indietro le lancette del tempo alle grandi occasioni del calcio italiano. Un successo che va oltre il semplice dato auditel, attestando l'amore degli italiani per la Nazionale e la capacità di questo sport di unire e appassionare un pubblico trasversale. La vittoria della Nazionale contro l'Albania e la sfida di ieri sera contro la Spagna, squadra di altissimo livello, hanno ulteriormente amplificato l'interesse del pubblico, creando un clima di grande euforia e partecipazione. Si tratta di un trend in crescita da tenere sotto controllo, non un caso isolato: da anni le partite della Nazionale azzurra richiamano davanti alla tv un numero crescente di telespettatori, confermandosi un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati e non solo. Questo trend rappresenta un'importante opportunità per le aziende e brand che vogliono sfruttare al meglio la visibilità offerta da questi eventi sportivi di grande richiamo. Stiamo infatti parlando di un'audience eterogenea e rilevante. A differenza delle partite di campionato o di Champions League, che attirano un pubblico più specifico e definito, le gare della Nazionale riescono a coinvolgere una fascia di popolazione molto più ampia, includendo anche coloro che non seguono assiduamente il calcio. Un target trasversale e utile per i brand, che possono così raggiungere un numero considerevole di contatti in un breve periodo di tempo. La similitudine è subito con Sanremo: proprio come accade per il Festival, la Nazionale di calcio rappresenta un'occasione unica per sviluppare campagne pubblicitarie con creatività mirate, capaci di sfruttare al meglio l'entusiasmo e l'aggregazione che si creano attorno a questi grandi eventi. Le aziende che sapranno cogliere questa opportunità potranno beneficiare di una visibilità eccezionale e di un ritorno sull'investimento decisamente interessante”.