Eventi

Il 3 e 4 ottobre arriva a Milano la 5° edizione de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale

All'Università Bocconi la quinta edizione nazionale dell'evento dedicato quest'anno al tema dell’arte della sostenibilità. Decalogo per le reti d'impresa, protagonismo dei giovani, Quiz sulla sostenibilità tra le novità del Salone 2017.

Sarà a Milano, in Università Bocconi il 3 e 4 ottobre, la 5° edizione de Il
Salone della CSR e dell’innovazione sociale
, il più importante evento in Italia dedicato alla responsabilità sociale d’impresa.
150 le organizzazioni che hanno già aderito alla manifestazione, testimonianza di un’attenzione crescente delle imprese non solo a “fare” ma anche a “comunicare” il proprio impegno sociale e ambientale. La bellezza del fare bene e di condividerlo è il senso del tema scelto per l’edizione di quest’anno, L’arte della sostenibilità, al quale si affianca un focus sugli obiettivi dell’Agenda 2030
delle Nazioni Unite.

Il programma de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale prevede oltre 60 eventi nei due giorni milanesi, occasione di condivisione e confronto sulle best practice delle organizzazioni.
Fra le novità della 5a edizione “La rete delle Reti”, un’iniziativa che coinvolge le reti di impresa attive in Italia quali Impronta Etica, EticLab, Anima per il sociale nei valori d’impresa, Animaimpresa, Aziende Modenesi per la RSI, Figli del Mondo, che realizzeranno un “decalogo” con alcuni suggerimenti sui primi passi per creare una rete di imprese responsabili in territori dove la sostenibilità sta diventando sempre più importante.

Ancora più coinvolgimento dei giovani con lo spazio CSR Young aperto agli studenti universitari e delle scuole superiori. Diverse le iniziative previste: una sezione del sito del Salone dedicata alla presentazione di tesi sui temi della CSR, un workshop gestito da start2impact sulle competenze digitali per affrontare il mercato del lavoro, l’Innovation & Creativity camp ideato da Junior Achievement, una competizione che mette i ragazzi di fronte a una problematica aziendale o sociale da affrontare con una soluzione innovativa e sostenibile.

Durante il Salone si potrà anche partecipare a un quiz sulla sostenibilità, 60 domande a risposta multipla per capire il proprio livello di conoscenza e competenza sul tema.

Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale ha compiuto da febbraio a maggio un vero e proprio viaggio nell’Italia della CSR. Le 8 tappe di Portogruaro Venezia, Torino, Bari, Firenze, Verona, Roma, Genova e Bologna hanno raccontato le storie di tante imprese sostenibili coinvolgendo circa 100 relatori e oltre 2000 partecipanti.

È l’evidenza che il nostro tessuto economico e imprenditoriale è fatto anche di molte imprese che credono nella responsabilità sociale come driver di sviluppo e di successo. E la conferma “sul campo” della realtà virtuosa fotografata dallo studio Seize the change condotto da DNV GL e EY, con il supporto di GFK Eurisko1 : secondo l’indagine il 79,8% delle imprese intervistate ritiene che l’impegno nella sostenibilità porti benefici superiori ai costi e l’89,9% prevede di fare in futuro investimenti in integrazione della sostenibilità a medio termine pari o superiori a quelli attuali.

Le tappe del Salone hanno dato origine anche a un videoviaggio, realizzato con Terzocanale Show/Reteconomy Sky 512, che ha raccolto le testimonianze di imprenditori, manager, docenti e studenti. Alcune di queste interviste saranno inserite nel palinsesto della “Maratona d’impresa”, un programma televisivo realizzato nei due giorni del Salone, che sarà trasmesso in streaming su
Rai Economia, Reteconomy Sky, www.ilsole24ore.com, Askanews.

Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale è promosso da Università Bocconi, CSR Manager Network, Unioncamere, Fondazione Global Compact Network Italia, Fondazione Sodalitas, Koinètica.

Il Salone è un evento sostenibile certificato ISO 20121 da Bureau Veritas Italia. Un risultato reso possibile anche grazie alle certificazioni ambientali 100% energia pulita e 100% CO2 free (Dolomiti Energia), alla compensazione delle emissioni del sito (ReteClima), alla compensazione delle emissioni relative ai viaggi dei relatori (Carbonsink).