Evento b2c

Eicma 2021 conferma le date di novembre in Fiera Milano per un'edizione tradizionale che strizza l'occhio al digitale. BMW Motorrad il grande assente, lancerà le novità con eventi online

Il ritorno dell’Esposizione internazionale del ciclo e del motociclo a due anni dall’ultima edizione fisica, riempie un vuoto lasciato nel settore e tra gli appassionati che i numerosi appuntamenti digitali hanno potuto colmare solo parzialmente. La prossima edizione avrà una forte componente digitale a integrazione del format in presenza e perde uno dei suoi più illustri protagonisti, BMW Motorrad.

"La macchina organizzativa è oggi a pieno regime e lavora per ridare il sorriso agli appassionati, facendo leva sulla sensazione più autentica che si prova in sella ai prodotti della nostra industria, ovvero la libertà. In Eicma la passione si tocca e si vive". È quanto si legge in un comunicato diffuso da Eicma spa in merito alla prossima edizione dell’Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo, in programma dal 23 al 28 novembre 2021 nei padiglioni di Fiera Milano a Rho.

La comune e necessaria decisione del comparto di rimandare l’edizione dell’anno scorso ha lasciato nel settore e tra gli appassionati un vuoto, che i numerosi appuntamenti digitali hanno potuto colmare solo parzialmente.

L’assenza del 2020 è stata infatti causa ed effetto del proliferare di iniziative in rete e questo ha reso palese quanto Eicma sia imprescindibile. Il dinamismo digitale, nato come risposta emergenziale, ha altresì accelerato il processo verso una maggiore integrazione di soluzioni innovative, che l’organizzazione ha iniziato ad attivare in modo sistematico e complementare già nelle ultime edizioni e che proseguirà a implementare.

"Dal 1914 a oggi Eicma ha avuto come obiettivi principali quelli di creare opportunità strategiche per le aziende e offrire al pubblico esperienze di visita sempre più coinvolgenti ed emozionanti: è questo che continuiamo a fare, evolvendo come strumento insieme all’industria di riferimento. I nostri espositori hanno attraversato con noi decenni contraddistinti da importanti sfide economiche e sociali, non dimenticando e apprezzando, senza distinzioni alcune, l’evoluzione di Eicma da fiera a evento espositivo di riferimento internazionale. È anche un appuntamento che genera occupazione e indotto significativo per il territorio e per tutta la filiera coinvolta. Alla luce di questo asset concreto, oggi a maggior ragione, verso questo settore noi sentiamo un dovere di sensibilità, responsabilità e rispetto" hanno dichiarato gli organizzatori.b

La prossima sarà un’esposizione che ha però perso uno dei suoi più illustri protagonisti, BMW Motorrad, che ha deciso di abbandonare grandi eventi come Eicma appunto e Intermot puntando su una nuova strategia di lancio dei nuovi modelli moto e scooter esclusivamente su formati digitali.

BMW Motorrad, che già in occasione del Salone di Milano del 2019 aveva mostrato un diverso approccio espositivo realizzando uno stand atipico e con soltanto le novità esposte, ha comunicato di aver modificato la sua strategia di comunicazione e di lancio dei nuovi prodotti.

Il marchio tedesco continuerà a presentare la sua gamma di modelli ai visitatori di saloni motociclistici regionali selezionati e sarà aperto a nuove formule.

"Il nostro riallineamento strategico della comunicazione con il quale utilizzeremo maggiori eventi live e digitali – ha detto Markus Schramm, numero uno di BMW Motorrad - ci consentirà di far conoscere a più persone in tutto il mondo i nuovi modelli e l'offerta BMW e ci darà l'occasione di approcciar il pubblico in modo mirato e ottimale. Utilizzando i nostri canali indipendenti dalle fiere non soltanto possiamo programmare anteprime mondiali e lanci di prodotti in modo più flessibile, ma possiamo avere un'interazione più diretta con tutti i motociclisti e possiamo offrire una superiore portata di informazioni”.