Off the records

Vittorio Colao in Poste Italiane?

Secondo quanto risulta ad ADVexpress la destinazione più probabile per l'ex a.d. Rcs sarebbe proprio la società guidata da Massimo Sarmi. Se lo seguisse Carlo Fornaro, direttore relazioni esterne e istituzionali Rcs, già con lui in Vodafone, si avrebbe finalmente una guida per la direzione Communication & Advertising, dopo le dimissioni di Raimondo Astarita, lo scorso febbraio.

All'indomani delle dimissioni di Vittorio Colao dalla poltrona di amministratore delegato di Rcs MediaGroup, si infittiscono le voci circa un suo possibile approdo a Poste Italiane. Le indiscrezioni di stampa degli ultimi giorni indicavano già colossi a partecipazione statale quali, oltre a Poste, Alitalia o Ferrovie dello Stato come possibili destinazioni dell'ex manager di via Rizzoli. Secondo quanto risulta ad Advexpress la scelta ricadrebbe proprio sulla società guidata dall'amministratore delegato Massimo Sarmi.

Come era già avvenuto in occasione del suo passaggio da Vodafone (dove era arrivato a ricoprire l'incarico di Ceo di Vodafone Italia, quindi ceo dell'area Sud Europa, Medio Oriente e Africa) in Rcs, a metà del 2004, Colao potrebbe portare con sé i manager più fidati, alcuni dei quali lo hanno seguito da Vodafone, mentre altri sono subentrati successivamente. Si fanno i nomi di Monica Possa, responsabile risorse umane e organizzazione di Rcs, che ricopriva analogo incarico presso l'operatore di tlc, Barbara Poggiali, ex Mc Kinsey come Colao e ora vicepresidente di Rcs Broadcast, Fabio Vaccarono, direttore generale di Rcs Pubblicità, ed ex a.d. di Starcom, Riccardo Stilli, cfo, Aldo Bisio, direttore generale Rcs Quotidiani. Ma a Colao è legato anche il nome di punta della comunicazione, quello del direttore relazioni esterne e istituzionali Carlo Fornaro, che lo aveva già seguito da Vodafone, dove ricopriva l'incarico di direttore della comunicazione e delle relazioni esterne.

Proprio sotto quest'ultimo aspetto Poste Italiane sarebbe una meta ideale per Fornaro, dato che il vertice della direzione Communication & Advertising è da tempo scoperto; a febbraio Raimondo Astarita aveva lasciato il suo incarico di direttore della comunicazione, ricoperto da allora ad interim dall'a.d. Sarmi. Astarita è rimasto in Poste come consulente. A giugno, poi, un' uscita eccellente, quella di Lamberto Dolci, responsabile pubblicità, passato in Eni. Contattata da Advexpress, l'azienda non commenta le indiscrezioni.

Intanto, è aperto anche il toto-nomine per il successore di Colao in Rcs. Tre le candidature più accreditate: Paolo Dal Pino, attuale amministratore delegato di Wind, Claudio Calabi, amministratore delegato del Sole 24 Ore e con un'esperienza passata in Rcs, Antonello Perricone, amministratore delegato di Editrice La Stampa. Ma spunta anche il nome di Gianni Vallardi, attuale amministratore delegato di Cairo Publishing, un passato da a.d. di Rcs Periodici, Rcs Libri e in ultimo Rcs Quotidiani.