UPDATE:
Bartoletti (Indiana e Festival Representative): “Coordown, vince il coraggio di scardinare i preconcetti". Il Festival meno appealing per i creativi italiani? "Il costo è alto ma vale la pena esserci, al nostro paese manca il giusto crafting"Addio a Roberta Guaineri, ex assessore allo sport di Milano. Sostenitrice dell'importanza degli eventi, ebbe un ruolo chiave nella candidatura per le Olimpiadi Milano-Cortina 2026NC Awards 2024 | Health e pharma: ovvero come i limiti del regolatore inaugurano il coraggio della creatività e obbligano ad andare oltre l'ordinario. Visioni, valori e comunicazioni che vedono la vita dei pazienti protagonista dei racconti di marcaNasce La Silvio Berlusconi Editore, una realtà dedita alla diffusione del pensiero liberale e democraticoProdea Group firma l’evento di IPI presso lo studio K&L Gates di MilanoAccenture annuncia la Banking Conference 2024 in diretta sui canali SkyAssemblea generale Fieg: gli editori chiedono una nuova legge per l’editoriaNasce MediaBridge Srl, la nuova agenzia di comunicazione e ufficio stampa del gruppo Mintaka S.p.A.Assemblea Centromarca. Tra il 2020 e 2022 +3% l’aumento dei costi delle aziende. L’utile netto passa dal 5,5% al 4,6%. Il 6% delle entrate destinato a R&S. Il 63% dei marchi investe in digital tech e il 70% ha aumentato gli investimenti in sostenibilità‘Gratitudine’ è il filo conduttore della XXI edizione del Festival della Mente in programma a Sarzana per il 30 agosto e l’1 settembre 2024
Partner content

TLC Marketing. At Home Rewards: dai premi all'intrattenimento digitale alla musica in streaming, ecco come i brand possono rimanere vicini ai loro clienti

Anche in un momento di rallentamento forzato delle vendite e dello spending, non bisogna smettere di coccolare e sorprendere i propri clienti. I brand devono mostrarsi comprensivi e vicini, di supporto ai consumatori italiani, in questo contesto di difficoltà che riguarda tutti noi. È l’unico modo per restare impressi e ripartire alla grande una volta che l’emergenza sarà passata. Sono i consigli di TLC Marketing, che indica una serie di rewards che saranno molto apprezzati dai clienti.

Il domicilio forzato, causato dall’epidemia di Coronavirus, sta mutando radicalmente le abitudini e gli stili di vita e di consumo degli italiani. Siamo tutti alla ricerca spasmodica di attività che ci aiutino a passare il tempo e ci intrattengano mentre siamo obbligati a restare a casa. I brand sono chiamati a fare la loro parte, supportando i consumatori in questa ricerca. È un modo per reagire positivamente alla crisi da serrate forzate dei negozi, adeguandosi a questa nuova sfida e ai nuovi trend di consumo.

Anche in un momento di rallentamento forzato delle vendite e dello spending, non bisogna smettere di coccolare e sorprendere i propri clienti. I brand devonomostrarsi comprensivi e vicini, di supporto ai consumatori italiani, in questo momento di difficoltà che riguarda tutti noi. È l’unico modo per restare impressi e ripartire alla grande una volta che l’emergenza sarà passata. Ne è convinta  TLC Marketing che, da specialista dei rewards per i consumatori, può offrire dei premi che soddisfino il loro bisogno di svolgere attività divertenti e di svago domestico.  L'agenzia li ha chiamati “At Home Rewards”: consentono ai brand di essere presenti nelle case dei consumatori, nel momento in cui loro ne hanno più bisogno.

Ecco alcuni esempi di rewards che possono essere utilizzati per sostenere le vendite o come strumento di puro caring verso i clienti, per rafforzare programmi loyalty o come ringraziamento per i membri del team, per supportare il customer service tempestato di richieste o semplicemente per far sapere ai consumatori che restano a casa che siete orgogliosi di averli come clienti.

Musica in streaming

Lo streaming musicale domina l’industria discografica: è il mezzo preferito dagli italiani per ascoltare e consumare musica. In particolare i giovani sono i protagonisti di questo fenomeno, tanto che la piattaforma musicale Spotify ha condotto uno studio sulle prossime evoluzioni della Generazione Z (i nati tra il 1996 e il 2010) e dei Millennial (i nati tra il 1981 e il 1995), identificandoli come & Streaming Generation”.

Film in streaming
Toluna ha recentemente svolto un’indagine per indagare le nuove abitudini degli italiani nell’era dei contenuti on demand. Indipendentemente dal genere e dall’età, il 90% degli intervistati ha dichiarato di guardare contenuti online su piattaforme streaming. Film e serie TV conquistano 8 giovani su 10. 6 italiani su 10 hanno sottoscritto abbonamenti su diverse piattaforme di streaming televisivo. Inoltre, per le prossime settimane di quarantena, circa 1 italiano su 10 dichiara di voler sottoscrivere un abbonamento a servizi di contenuti, piattaforme e App a pagamento.

Audiolibri
Secondo l’Associazione Italiana Editori (Aie), sono 4,08 milioni gli italiani che ascoltano audiolibri e il 40% di loro, pari a 1,6 milioni, li sceglie solo o anche in lingua straniera. Questa modalità di fruizione di prodotti editoriali entra così con forza nei consumi culturali di una fetta rilevante di italiani, cresciuti nel 2019 del 28,3% rispetto all’anno precedente. Il numero medio di audiolibri ascoltati in un anno è di 3,1. Il 40% degli ascoltatori di audiolibri dichiara di avere un abbonamento a servizi come Audible o Storytel, mentre il 44% li scarica gratuitamente da altri siti e il 28% ha acquistato singoli titoli da piattaforme come Google Play e Libri di Apple.

 

Tabella Tlc Marketing

 

Abbonamenti a riviste online
Negli ultimi giorni, gli italiani dichiarano di aver incrementato significativamente la fruizione di contenuti Media & Entertainment, in particolare quelli legati alla ricerca di notizie sul Coronavirus. Inoltre, l’Auditel ci dice che nelle ultime settimane si sono impennati gli ascolti di telegiornali e talk sulla pandemia.

Podcast
Secondo Nielsen, in Italia ci sono 12 milioni di appassionati di podcast (+ 2 milioni rispetto al 2018). La tendenza è in continuo aumento, in particolare tra i giovani dai 25 ai 34 anni.

Ricette degli chef
Secondo un’indagine realizzata per l’Osservatorio Birra Moretti da Doxa Marketing Advice, è forte l’interesse dei giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni sui temi dell’alimentazione, del cibo e della salute. Il 77% dei ragazzi intervistati ha dichiarato che ama cucinare, il 44% ha indicato tra le professioni preferite per il loro futuro quella dello chef e il 27% quella di sommelier. Inoltre, con l’esigenza di passare tutto il tempo fra le mura domestiche, si è tornati a preparare dolci, pane e pasta fatti in casa, una tradizione che appassiona oggi quasi una famiglia su tre (32%) secondo un’indagine di Coldiretti Ixè.


Stampe fotografiche per ricordare le proprie vacanze
Negli ultimi anni, tra i regali preferiti dagli italiani per Natale ci sono i calendari e i libri fotografici personalizzati con le foto dei propri cari e dei propri viaggi. Al tempo in cui le foto si fanno ormai solo con gli smartphone e si caricano online, c’è il timore che i ricordi si possano perdere nella rete e quindi si torna alla tradizione di quando le foto si stampavano su carta fotografica e si raccoglievano negli album ricordo di famiglia.

Creative box per bambini
Tenere i bambini tutto il giorno in casa può essere una sfida ardua! Per fortuna, vengono in soccorso ai genitori in difficoltà dei kit pensati appositamente per tenere i più piccoli impegnati a lungo, dando loro la possibilità di mettersi all’opera esplorando materiali e temi diversi, stimolando la loro creatività e fantasia, senza rinunciare allo svago del gioco.

Personal stylist e personal shopper
Restare a casa tutto il giorno, rinunciando allo shopping e alle occasioni sociali che consentivano di sfoggiare outfit e make-up meravigliosi, può essere psicologicamente sconfortante. Ma perché rinunciare a sentirsi belle? Anche in questo periodo, è possibile dedicarsi allo shopping online, magari con l’aiuto di un personal stylist o un personal shopper, che supporteranno le vostre clienti a distanza di sicurezza.

Corsi online
La permanenza forzata a casa regala del tempo libero che nessuno avrebbe mai immaginato di avere, con le vite frenetiche che solitamente conduciamo. Perché non utilizzare questo tempo per migliorare le proprie competenze nel proprio settore di riferimento, oppure per imparare una lingua straniera o uno strumento musicale, o qualsiasi altra cosa vi dia piacere.

Consulenza online di un nutrizionista
Durante la quarantena, cresce l’attenzione all’alimentazione sana, intesa come strumento per stare bene, in salute e non tanto come una concessione o una compensazione. La paura comune è quella di mangiare male e ingrassare, con le palestre chiuse e l’immobilità forzata. Aumenta, quindi, il ricorso a diete, anche perché si ha molto più tempo per cucinare cibi sani e non più alimenti preconfezionati.

Personal trainer online e app per l’allenamento in casa
Con le palestre chiuse, si va alla ricerca di app e video per allenarsi da casa. Però, senza l’auto di un istruttore, potrebbe essere molto difficile mantenersi costanti e non fare errori di postura che potrebbero invalidare l’allenamento. Allora, cresce la voglia di affidarsi a personal trainer online.