Csr

Consorzio Parmigiano Reggiano, Fondazione Qualivita e McDonald’s uniti per comunicare i valori delle Dop e Igp italiane

Si tratta di un percorso che ha avuto inizio nel 2008 proprio con l’inserimento del noto formaggio in un panino a edizione limitata ed oggi lo stesso prodotto apre un nuovo capitolo per raccontare ai giovani la sostenibilità delle filiere, i valori green e le buone pratiche utilizzate nella ristorazione italiana. Verrà messa in atto un’attività educativa che mira a coinvolgere in primis gli studenti degli istituti alberghieri in un’esperienza diretta che parte dalle aziende agricole delle filiere, fino a raggiungere i consumatori attraverso una specifica campagna di comunicazione digitale sui temi della sostenibilità.

“Dal campo al vassoio” è il nome scelto per il nuovo progetto che nasce dalla collaborazione fra Consorzio Parmigiano Reggiano, Fondazione Qualivita e McDonald’s. L’obiettivo è la valorizzazione del settore delle Dop e Igp italiane, in modo da diffondere la conoscenza delle produzioni di qualità.

Si tratta di un percorso che ha avuto inizio nel 2008 proprio con l’inserimento del Parmigiano Reggiano Dop in un panino a edizione limitata ed oggi lo stesso prodotto apre un nuovo capitolo per raccontare ai giovani la sostenibilità delle filiere, i valori green e le buone pratiche utilizzate nella ristorazione italiana.

 

Attenzione alle nuove generazioni

L’iniziativa Dal campo al vassoio” nasce per intercettare le nuove sensibilità dei giovani, emerse anche dall’indagine di AstraRicerche commissionata da McDonald’s, dal titolo “Coltivare il cibo del futuro”, che ha indagato le aspettative della Generazione Z alla luce delle tematiche legate al consumo, all’ambiente, al territorio e all’impresa. Si tratta di un’attività educativa che mira a coinvolgere in primis gli studenti degli istituti alberghieri in un’esperienza diretta che parte dalle aziende agricole delle filiere Dop e Igp, fino a raggiungere i consumatori attraverso una specifica campagna di comunicazione digitale sui temi della sostenibilità.

L’iter formativo nelle scuole toccherà diversi distretti italiani, coinvolgendo numerosi prodotti Dop e Igp, sempre in collaborazione con i Consorzi di tutela. Le visite dirette per conoscere la filiera inizieranno nel 2022 e avranno luogo nei caseifici di produzione del Parmigiano Reggiano Dop, che apriranno le loro porte agli studenti degli istituti coinvolti per dare corpo alla condivisione di valori come sostenibilità, biodiversità e benessere animale.

parmiggiano tab

Parmigiano Reggiano, modello di sostenibilità e di sana alimentazione

Da ormai molti anni, il Consorzio Parmigiano Reggiano si è fatto promotore di una campagna di corretta formazione sull’alimentazione coinvolgendo scuole primarie, studenti e familiari. È importante spiegare ai responsabili di acquisto del futuro i valori che stanno dietro a un prodotto come il Parmigiano Reggiano Dop che non solo è buono e fa bene, ma è anche sostenibile per tutta una serie di ragioni che si comprendono appieno visitando un caseificio di produzione, toccando con mano la naturalità del prodotto e il rispetto per il territorio al quale è indissolubilmente legato.

«McDonald’s ha scelto Parmigiano Reggiano non solo perché è buono e fa bene, ma anche e soprattutto per i suoi valori», commenta Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio. «La collaborazione è nata 10 anni fa, quando McDonald’s ha deciso di sostituire la merendina dell’Happy Meal con il nostro prodotto, suggerendo ai più giovani di seguire una dieta sana ed equilibrata. Parmigiano Reggiano incorpora una serie di valori, come il rispetto per il territorio, il sostegno della comunità, lo sviluppo di un percorso virtuoso basato sui valori del proprio Brand Manifesto che parte dagli allevamenti e coinvolge tutti gli attori della nostra filiera. È la storia di un prodotto - conclude Bertinelli - che da ormai mille anni è rimasto fedele a sé stesso, un patrimonio eccezionale che siamo orgogliosi di raccontare ai consumatori, con crescente attenzione ai più giovani, che mostrano una grande sensibilità per l’ambiente, la sostenibilità e il benessere animale, temi fondamentali per lo sviluppo delle prossime attività del nostro Consorzio di tutela».

 

Qualità del Made in Italy, un valore da tutelare

In questi anni McDonald’s ha portato nei suoi ristoranti tante eccellenze del Made in Italy «Come il Parmigiano Reggiano Dop, valorizzandone la qualità verso il grande pubblico, formato anche da molti giovani», riflette Dario Baroni, amministratore delegato di McDonald’s Italia. «Oggi ci troviamo davanti a sfide importanti e sentiamo ancor di più la responsabilità di avere un ruolo attivo nel promuovere il cambiamento e la consapevolezza nei consumatori. Possiamo essere un vero amplificatore di messaggi di grande rilevanza, come la sostenibilità, attraverso la nostra rete di ristoranti, i nostri prodotti e i rapporti con le filiere agroalimentari».

Per Mauro Rosati, direttore della Fondazione Qualivita, «creare una conoscenza diffusa della cultura green sui temi della sostenibilità deve essere l’impegno primario di tutte le imprese perché solo attraverso una vera condivisione dei valori ambientali nella società, soprattutto fra i giovani, si possono favorire i processi di transizione. Dal 2008 ad oggi McDonald’s, accompagnata anche dalla Fondazione Qualivita, ha abbracciato convintamente la qualità italiana passando dal 30% all’85% di materia prima nazionale utilizzata nei propri ristoranti e dando così una spinta alle filiere Dop e Igp. E auspichiamo lo stesso risultato anche con questo nuovo progetto».