Magazine e20

e20 n.117. Plesh: il digitale al servizio dell'innovazione e della trasformazione

Il founder & ceo Maurizio Murciato racconta alla rivista e20 l'esperienza vissuta al Bea Italia e le soluzioni informatiche fornite dall'azienda nell'ambito dei Servizi Digitali per Eventi.

Plesh sale per la terza volta sul podio del Bea Italia per ricevere l’award ‘Servizi Digitali per Eventi’ nell’ambito dei ‘Best Partner Awards’. Un prestigioso riconoscimento che premia la proposta di valore dell’azienda volta a innovare e trasformare le esperienze di fruizione delle audience, in maniera digitalmente assistita.

Come spiega il founder & ceo Maurizio Murciato: “Le agenzie hanno riconosciuto il valore della nostra visione: puntare sulla trasformazione digitale della industry degli eventi attraverso delle soluzioni informatiche ‘chiavi in mano’, completamente personalizzabili. Abbiamo cambiato le logiche del flusso di lavoro tradizionale, introducendo la cultura dello sviluppo informatico all’interno delle fasi di ideazione e progettazione degli eventi,  come leva strategica a valore aggiunto. E non solo come semplice collaterale a valle del processo in fase di produzione. Vincere il Bea nuovamente conferma e premia il lavoro fatto fino ad ora. Cosa che ci rende estremamente riconoscenti, fieri ed orgogliosi.

In particolare, il premio è stato assegnato alla vostra soluzione ‘2ndStage’. Ce ne parla? 
2ndStage è la mobile-platform con intelligenza artificiale che attiva le audience e misura i risultati. Lo smartphone del pubblico diventa un telecomando e un secondo schermo, per prendere parte attiva attraverso quiz, domande, sondaggi, opinioni, word-cloud, selfie-wall e applausometro. E lo spettatore passivo si trasforma in partecipante attivo. Inquadrando un QRcode si atterra nell’app per accedere a interazioni  simultanee, in presenza e in remoto. Ad ogni azione dell’utente, corrisponde una reazione di 2ndStage con sticker, animazioni e messaggi. L’AI Generativa modera, elabora, riassume e genera risultati straordinari in tempo reale, sui grandi schermi o in sovraimpressione streaming:  infografiche, video-installazioni, ebook generati automaticamente, dashboard e pagine web interattive.
Plesh01web

Quali altri servizi offrite al mondo degli eventi?
Plesh sviluppa software proprietari che permettono di innovare l’intero flusso di lavoro delle agenzie in tre momenti diversi: 

  • La gestione dei partecipanti pre-evento e il guest management con Winston, l’event planner che semplifica e automatizza le segreterie organizzative.
  • L’interazione con il pubblico durante l’evento con 2ndStage, la mobile platform per attivare le audience, misurare e visualizzare i risultati. 
  •  La gestione dello staff con Sticket, il software di crew management pensato per ridurre l’impatto ambientale e il food waste all’interno di grandi eventi, festival e tour musicali.

Plesh è certificata Iso/Iec 27001, lo standard internazionale per la sicurezza informatica. Accanto alle nostre soluzioni proprietarie offriamo servizi di sviluppo custom di siti, software e app. E siamo specializzati nel mandare in onda streaming interattivi con qualità televisiva, integrando nel broadcasting le funzionalità delle nostre piattaforme per chi è collegato da remoto o da più location in simultanea.

La III edizione della Live Communication Week vi ha visto, ancora una volta, protagonisti anche in qualità di partner. Cosa rappresenta per voi questa collaborazione? 
Siamo orgogliosi di questa lunga collaborazione perché ci permette di sperimentare e di rendere il Bea un evento di successo. Essere tra i main partner ci lusinga e ci motiva a fare sempre di più e sempre meglio.

Chiudiamo con i numeri. Come avete chiuso il 2023 in termini di fatturato e new business? Quali prospettive per il 2024 in termini di crescita e di nuovi progetti?
Abbiamo chiuso un 2023 incredibile con un fatturato intorno al milione di euro, dato molto positivo e importante per una software house specializzata in una nicchia. Abbiamo raddoppiato il numero di clienti, consolidato tre software sul mercato, acquisito i primi clienti internazionali. Nel 2024 puntiamo a scalare il nostro business e raccogliere capitali sul mercato per rendere la nostra crescita esponenziale. 

Marina Bellantoni