Mice

Malta Tourism Authority (MTA) lancia il brand Conventions Malta in Italia. Un progetto da 300.000 euro che punta su Mice e Business Travel

Il settore business, prima gestito da MTA, passa ora nelle mani della nuova realtà dedicata, che si presenta con il logo ideato da Saatchi & Saatchi. L'obiettivo è quello, anche e soprattutto per l'Italia (che dal punto di vista turistico rappresenta per Malta e le sue isola il primo paese per numero di arrivi) di intercettare la domanda di eventi corporate. La strategia di MTA continua a essere incentrata sugli eventi consumer e di rilevanza internazionale per attrarre un target trasversale e per destagionalizzare la domanda.

Malta Tourism Authority (MTA) lancia il brand Conventions Malta in Italia. Conventions Malta si sviluppa allo scopo di promuovere le isole maltesi (Malta, Gozo e Comino) come meta ideale per il Mice, ovvero per viaggi legati ai meeting, incentive e conferenze, oltre che ad offrire consulenza e assistenza gratuite agli organizzatori di eventi ed alle associazioni. Un’organizzazione nuova e autonoma, ma che si basa sull’esperienza pluridecennale maturata da Malta Tourism Authority in ambito Mice e Business Travel.

È proprio Malta Tourism Authority, infatti, che prima gestiva anche la parte Mice, ad aver creato questa realtà, con un investimento complessivo di 300.000 euro e con l'obiettivo di intercettare la domanda Mice da tutto il mondo, puntando in special modo su quei Paesi che già rappresentano una grossa fetta di mercato per il turismo dell'Isola, come l'Italia.

Il turismo a Malta, che contribuisce con 1,7 miliardi di euro sull'economia locale, ha fatto registrare una crescita costante e continuativa negli ultimi sette anni. Nell'ultimo anno, gli arrivi hanno fatto segnato un +10%, per un totale di 2 milioni di arrivi, di cui 620.000 crocieristi. L'Italia è in testa ai mercati, 11% dei turisti italiani ha scelto Malta per il business.

Malta Tourism Authority (MTA) e Conventions Malta saranno due realtà distinte. La nuova nata agirà come tramite tra i Dmc, le agenzie e i Pco italiani e la destinazione Malta, offrendo libera consulenza per l'organizzazione di eventi quanto più studiati sulle esigenze del cliente.

La conferenza stampa di presentazione, moderata dal noto motivational speaker Roberto Rasia, si è tenuta a Palazzo Gattinoni a Milano alla presenza di Paul Bugeja, ceo MTA, ed Edward Zammit, Events Operations, Advisor, Conventions Malta, oltre allo staff di MTA Italia, tra cui il direttore, Claude Zammit Trevisan
L’avvio dei lavori è stato affidato al ceo Paul Bugeja che, partendo da un’introduzione sulle possibilità offerte da Malta in ambito turistico in generale, ha portato all’attenzione del pubblico l’importanza dei viaggi business per Malta e più nello specifico quelli che rientrano nella categoria conference, incentive & association che rappresentano oltre il 5% del turismo totale a Malta.

Riferendosi più specificatamente al mercato Italiano, Bugeja ha mostrato come l’Italia dal 2013 si mantiene saldamente alla testa dei principali mercati del turismo business a Malta con un 25% del totale che nel 2016 è corrisposto a circa 34.000 presenze in arrivo dalla penisola. 

Il nuovo logo di Conventions Malta è stato ideato e studiato da Saatchi & Saatchi. Anche dal punto di vista della comunicazione, Malta Tourism Authority e Conventions Malta hanno budget distinti. La campagna di MTA, rivolta al turismo leisure, ha un budget complessivo di circa 1 milione di euro, e viene declinata, in Italia, sui mezzi out of home, radio e digital, mentre la campagna rivolta al mercato Mice partrà tra una decina di giorni e il budget si aggira intorno al 10% dell'investimento complessivo, ovvero circa 30.000 euro.

La nascita di Conventions Malta sarà inoltre comunicata attraverso operazioni al trade, dalla partecipazione a workshop e fiere agli incontri one-to-one con le grandi agenzie che trattano il settore Mice, come la stessa Gattinoni. 
Agli operatori saranno offerti numerosi strumenti ed occasioni di conoscenza e formazione, a partire dal sito www.conventionsmalta.com. Attivo, inotre, il blog www.maltameeting.it.

È stato compito di Edward Zammit, Events Operation Advisor, Conventions Malta,  raccontare  attraverso l’illustrazione di una serie di case history, i molteplici servizi offerti dal nuovo ufficio, partendo dal claim Access All Areas: un concetto che lascia trapelare l’ampio margine di azione che hanno gli organizzatori che scelgono Malta, potendo agevolmente riuscire nell’intento di dar vita a un evento unico e memorabile, ma soprattutto personalizzabile, grazie alla disponibilità e alla collaborazione di enti e infrastrutture.

La maggior parte delle location disponibili gode inoltre delle caratteristiche di flessibilità, adattabilità e versatilità, un punto di forza nella scelta della destinazione. Grazie all’esperienza acquisita negli anni, gli operatori a Malta garantiscono un servizio di qualità rispettando i più alti standard internazionali.

Tutto questo avvantaggiato dalla facile raggiungibilità dell’Arcipelago (meno di due ore dall’Italia, con voli diretti da 13 città), da una comunicazione estremamente facilitata (l’Inglese è lingua ufficiale e l’Italiano è molto diffuso), dalle dimensioni contenute del Paese che permettono di poter raggiungere tutto velocemente, dal clima mediterraneo, da un ottimo rapporto qualità/prezzo, e naturalmente da un’ospitalità tipicamente mediterranea che mette l’accento sulla calorosa accoglienza.

Un ricco calendario di eventi completa l’offerta, con proposte per tutto l’anno. E proprio gli eventi sono un asset fondamentale per la destagionalizzazione dei flussi turistici. 
"Organizziamo eventi tutto l'anno, cercando di attrarre target diversi e trasversali - ha dichiarato Claude Zammit Trevisan -. Ad esempio, a gennaio si svolge il Valletta International Baroque Festival, una manifestazione dedicata alla musica barocca, mentre a ottobre la Rolex Middle Sea Race, che vede come sponsor prestigioso Rolex. Due eventi completamente diversi. La strategia di puntare sugli eventi è efficace e sta portando ottimi risultati: a gennaio di quest'anno, ad esempio, abbiamo avuto un incremento, rispetto al gennaio 2016, di 100.000 turisti".