Media

Viacom debutta in Italia con Spike e punta a 0,6% minimo di share. La concessionaria chiude l'anno fiscale con segno più e offre un bouquet di canali che vale il 4% degli ascolti del totale mercato

A supporto del lancio la campagna firmata Ogilvy al centro di un ricco piano media a cura di MEC. Air Action Vigorsol, Coca-Cola e Nintendo sono gli sponsor delle prime due settimane di programmazione del nuovo brand dedicato al pubblico prevalentemente maschile, che sarà free to air sul canale 49 del DTT a partire da domenica 22 ottobre all’insegna di Azione, Divertimento e Realtà con film, serie tv, factual, programmi di intrattenimento locali ed internazionali.

Viacom International Media Networks Italia da domenica 22 ottobre sarà in onda sul canale 49 del digitale terrestre (DTT) con Spike la nuova rete di intrattenimento.

“L’arrivo di Spike sul free to air è un tassello importante della strategia di sviluppo e rafforzamento del nostro business in Italia. Viacom è, infatti, un player con l’ambizione di giocare un ruolo sempre più rilevante nel mercato italiano” afferma Andrea Castellari, Amministratore Delegato Viacom per Italia, Medio Oriente e Turchia. “Dopo la nascita di Paramount Channel e di VH1, Spike rappresenta la chiusura di un cerchio. I contenuti di Spike, fatti da un sapiente mix di generi diversi, andranno ad essere perfettamente complementari con quelli offerti da Paramount Channel, il nostro brand dedicato agli story lovers. Con questo nuovo canale abbiamo stimato, in maniera conservativa, una stima di share dello 0,6%. Ma siamo convinti che già dal debutto arriveremo all'1%, come era accaduto per Paramount. ”

Spike è un brand internazionale di successo, già presente in diversi paesi del mondo. Come spiega ai nostri microfoni Sergio Del Prete, Vice President Editorial Content di Viacom Italia, nel nostro Paese Spike è è un canale nativo digitale con un posizionamento chiaro, quello di una rete dedicata ad un pubblico 25-54 prevalentemente maschile con particolare riferimento all'uomo che non si prende troppo sul serio e che affronta le molte difficoltà quotidiane con una buona dose di ironia. Un uomo sempre più stressato e sotto pressione ma che crede nelle relazioni positive, nell’amicizia, nello humor, nella forza del gruppo e nel potere terapeutico di una serata tra amici. In una parola: lo Spiker

Sette uomini su dieci sono stressati dal lavoro, dalla sicurezza economica, dal benessere familiare, per il 67% di loro humor e leggerezza rappresentano le strategie di sopravvivenza più potenti; per il 45% degli uomini stare con gli amici e per il 33% guardare la tv sono le attività che aiutano a combattere lo stress e a ricaricarsi di energia positiva. (Fonte: L’uomo autentico:  valori, l’identità e attitudini del nuovo universo maschile, Viacom Insights, 2017).

Spike è la risposta anti-stress per affrontare le difficoltà della vita quotidiana e per ricaricarsi di energia positiva. 

A guidare il linguaggio, il palinsesto e la scelta dei contenuti di Spike saranno 3 pilastri: Azione, Divertimento, Realtà. Un mix di storie scripted e reali: film, serie TV, factual, game show, informazione, produzioni originali, tutti all’insegna di divertimento, intrattenimento ed energia positiva.

La componente di Azione, il genere più amato dagli uomini, sarà rappresentata da programmi factual che raccontano la realtà senza filtri, come Il Vendicatore di Case, oppure da film ad alto tasso di adrenalina come Dal Tramonto all’Alba, Black Hawk Down, The Beach, Wrong turn at Tahoe - Ingranaggio Mortale.

Il Divertimento sarà, invece, garantito da prodotti come il game show Wipeout - Pronti a Tutto, commentato dalle voci del Trio Medusa, dagli spettacoli dei grandi comici italiani, dai Prank Show locali ed internazionali e da film cult come la Rivincita dei Nerd, Dodgeball - Palle al balzo, Il Dittatore, Tropic Thunder, Idiocracy.

L’area della Realtà vedrà invece storie vere fatte da persone reali: il racconto dei cambiamenti della realtà contemporanea, un modo di fare informazione accendendo i riflettori sui mutamenti sociali in corso, ma all’insegna della freschezza e della positività. Quindi, largo spazio ai temi più generali come il viaggio e la scoperta di nuove destinazioni, il cambio di vita, i lavori e i modi di vivere più particolari come in Bar da Incubo e Hotel da Incubo, il trend dei tatuaggi con il competition show Ink Master, la vita adrenalinica dei poliziotti di Police interceptor.

La realtà sarà poi protagonista nella prima produzione originale di Spike, Le Capitane, il racconto ironico e inedito della vita di mogli e fidanzate di calciatori, in arrivo sul canale da metà novembre.

Infine, la realtà sarà anche rappresentata dalle News, con diversi bollettini e, in arrivo a breve, anche da un appuntamento quotidiano serale attorno al tema delle “good/fake” news, un punto di vista diverso a commento delle notizie della giornata.

E a breve il debutto su Spike di Lorenzo Jovanotti con la sua JovaTv. La partnership riguarderà anche VH1 (canale 67 del dtt) il canale musicale del gruppo. Andranno in onda contenuti prodotti da JovaTv in sintonia con i due brand. La JovaTv nei suoi primi tre anni di vita ha proposto filmati unici di backstage, insoliti viaggi dell’artista più innovativo della musica italiana come “Vado a farmi un giro” interamente auto girato in Nuova Zelanda, interi concerti che sono stati resi disponibili in free streaming come “Lorenzo negli stadi”, ma anche le dirette degli incontri, della presentazione alla stampa e molte altre chicche proposte in esclusiva per la JovaTv.

Spike partirà domenica 22 ottobre, con un palinsesto che sarà una vetrina di anticipazioni di tutto ciò che arriverà dall’inizio della settimana sul canale. In particolare, segnaliamo alle ore 16.05 il film comedy Dodgeball – Palle al balzo, con protagonisti Ben Stiller e Vince Vaughn e alle ore 20.20 il game show Wipeout – Pronti a tutto con l’esilarante commento del Trio Medusa. In prima serata alle 21.15 il talent show sul mondo dei tatuaggi Ink Master con doppio episodio, l’appuntamento di prima serata di tutte le domeniche successive, e alle 23.00 la prima tv italiana di Police Interceptors con doppio episodio.

La programmazione del nuovo canale sarà fruibile on demand sul sito dedicato. Senza dimenticare il ruolo centrale che avranno i social network. Spike vivrà anche su Facebook, Twitter e Instagram all'insegna del massimo coinvolgimento del proprio pubblico.

A supporto del lancio una massiccio piano media, a cura di MEC, con protagonista la campagna firmata Ogilvy, vincitrice nella gara a 4 (leggi news), e declinata su tutti i mezzi, TV, stampa, radio, social, ooh e dooh. La creatività lavora contemporaneamente su due fronti: visivo, con il logo di Spike, e testuale, con le iniziali SP contenute nel nome, che danno vita a un vero e proprio linguaggio di canale.

Ogni contenuto, infatti, gioca con il taglio del logo di Spike: un taglio che diventa un punto di trasformazione, una linea che rende straordinarie tutte le azioni quotidiane. Come il palinsesto di Spike. In tv, quindi, una serie di azioni quotidiane, stressanti e noiose diventano, grazie a Spike, divertenti e adrenaliniche.

Spike continua a spaccare anche in stampa, che porta la firma anche di Fulvio Bonavia. Qui, la creatività vede oggetti comuni diventare più spiker e rappresentare a pieno lo spirito del canale: un canale divertente, energico, irriverente e che, soprattutto…Spacca.

“Dopo aver avuto il privilegio di lanciare Paramount Channel in Italia, siamo particolarmente orgogliosi di esserci aggiudicati l’incarico per la comunicazione di un altro canale del palinsesto Viacom nel nostro Paese” dichiarano Paolo Iabichino e Giuseppe Mastromatteo, Chief Creative Officer di Ogilvy Italia.

“La sfida per il lancio di Spike è stata quella di individuare un posizionamento nuovo e inedito per il nostro territorio, rivolto principalmente a un pubblico maschile, ma fortemente orientato alla visione condivisa. Più che su un target demografico, Spike  lavora sui bisogni emotivi di un pubblico molto ampio come necessario per un canale Free to Air” afferma Lorenzo Incantalupo, Senior Marketing Director di Viacom International Media Networks Italia. “La campagna sintetizza questi diversi punti di vista pur offrendo una chiave di accesso unica e con un linguaggio fresco, divertente e contemporaneo. Allo stesso tempo lavora molto sul brand che, essendo una novità assoluta in Italia, necessita di grande esposizione. Gli spot, i visual e i contenuti social della campagna sono pensati come la porta d’ingresso all’esperienza Spike” conclude Incantalupo. 

 

Spike è il sesto brand del portfolio di Viacom International Media Networks Italia, che ha recentemente acquisito anche il 50% di Super!, la rete per ragazzi di De Agostini. Il nuovo progetto editoriale si aggiunge, infatti, a MTV, Comedy Central, Nickelodeon, Paramount Channel e VH1 andando così a rinforzare l’impegno dell’azienda nel proporre contenuti di intrattenimento per ogni tipologia di audience in Italia, sia sul segmento pay con Sky che sul free to air. Come per tutti gli altri brand di Viacom in Italia, la concessionaria del canale sarà Viacom Pubblicità & Brand Solutions, guidata da Paolo Romano.

“L’arrivo di Spike completa e rafforza il portfolio di brand gestiti dalla concessionaria. Oggi possiamo contare su 15 canali, tra quelli dell’editore Viacom e quelli terzi di cui gestiamo la raccolta, ben distribuiti tra free e pay, ben bilanciati per generi e target, tutti altamente distintivi e di grande qualità. Questa è una grande opportunità per i nostri investitori, che possono contare su un’offerta ed una proposta commerciale altamente competitive” il Direttore Generale, che ai nostri microfoni spiega la scelta strategica di portare in Italia un canale che andasse a chiudere il cerchio delle ultime acquisizioni della concessionaria. 

Il manager si riferisce Food Network dell'editore Scripps (leggi news), Pop e Cine Sony (leggi newsdi Sony Pictures Television Networks e Alpha di De Agostini (leggi news).

Grazie a queste operazioni la concessionaria offre al mercato un bouquet di canali televisivi che relativamente agli ascolti rappresentano complessivamente il 4% di share della tv italiana sul target 4+, escludendo le reti kids che da sole ne fanno il gruppo leader sul mercato con il 13% di share sul target 4-14 anni.

Nonostante il segno meno del mercato pubblicitario televisivo italiano, Paolo Romano precisa che hanno chiuso il 30 settembre il fiscal year con una crescita del +72% a perimentro non omogeneo, cioè considerando il recente ingresso dei nuovi brand. Risultato che si mantiene comunque positivo, anche al netto delle nuove acquisizioni.  

Per il lancio di Spike,  Air Action Vigorsol,  Coca-Cola e Nintendo saranno gli sponsor on air con differenti e innovativi format adv durante le prime due settimane della messa in onda del canale.

Il pacchetto prevede:

IN SPOT,  per la prima volta una esclusiva sovraimpressione video, anticipata da un effetto sonoro, permette al Partner di far visualizzare interamente il proprio spot all’interno del contenuto editoriale;

CO BRANDED INVASION,  un formato video co-branded che integra il Partner nelle grafiche di SPIKE, con delle creatività originali ed esclusive per ogni Partner;

TOP TIPS MENÙ,  per la prima volta  viene lanciato da Viacom Pubblicità & Brand Solutions un cross menu giornaliero che ospiterà il meglio della prima e della seconda serata dei canali VIACOM sul DTT (Paramount Channel, Spike e VH1). Si tratta di un formato ad alto valore aggiunto per lo spettatore, nel quale ciascun  Partner viene  integrato attraverso la costante presenza del logo e lo spot in chiusura.