Partner

WPP, giovani manager crescono. Snaidero: "Il Gruppo premia formazione di livello ed esperienze all'estero". Gualini: "Il mio know how nella consulenza al servizio del ruolo di Chief of Staff per favorire le sinergie tra le sigle"

ADVexpressTv ha incontrato Federica Snaidero e Viola Gualini, fresche di nomina rispettivamente a Managing Director di Ogilvy e Chief of Staff di WPP Italia, per fare il punto sulla nuova sfida che si apprestano ad affrontare all'interno del Gruppo. Ecco che cosa ci hanno raccontato.

Solo pochi giorni fa abbiamo pubblicato la news della nomina di Federica Snaidero a Managing Director e Business Development Director di Ogilvy e di Viola Gualini a Chief of Staff di WPP Italia (leggi news). Due giovani manager che assumono ruoli importanti, confermando la volontà del Gruppo di investire sui nuovi talenti, soprattutto femminili, come più volte sottolineato da Massimo Costa, Country Manager WPP Italy. 

Come ha spiegato ai microfoni di ADVexpressTv Federica Snaidero, il nuovo incarico che assumerà dall'1 ottobre è frutto di un percorso di crescita all'interno del Gruppo, una vera e propria 'scuola di management', come lei stessa l'ha definita, che le ha permesso di arricchire il bagaglio professionale costruito anche attraverso esperienze in azienda (nel curriculum della manager c'è un'esperienza nel Gruppo Swatch, ndr.)

Grazie al ruolo di Chief of Staff Snaidero ha potuto comprendere a fondo tutti i processi del Gruppo, con un punto di vista privilegiato sulle aree di expertise e sulle skill di tutte le società del Gruppo. Competenze che le saranno senz'altro utili anche nel nuovo incarico. 

Il ruolo di Chief of Staff è particolarmente innovativo, soprattutto nelle aziende del settore comunicazione. Come ha dichiarato Snaidero, l'obiettivo del professionista che ricopre questo incarico è far collaborare nel modo più efficace possibile le diverse sigle del Gruppo (60 società, per un totale di 2.600 dipendenti), provvedendo anche alla messa a punto di team WPP ad hoc che raggruppino expertise diverse per lavorare su determinati clienti, come è accaduto ad esempio nel caso di Lavazza e FCA.

Viola Gualini, che vanta un'esperienza importante all'interno del colosso della consulenza McKinsey, si appresta a ricoprire il ruolo di Chief of Staff portando con sé l'approccio orientato al problem solving e quindi all'identificazione di soluzioni rapide, efficaci e facilmente implementabili

Come ha affermato Gualini ai nostri microfoni, utile per il nuovo incarico sarà anche la metodologia analitica e la conoscenza verticale delle varie industry sviluppata nel corso degli anni a McKinsey. La manager lavorerà con un approccio trasversale nell'ottica di supportare le agenzie a collaborare in modo sempre più efficace garantendo al mercato una proposta il più possibile integrata e completa, ancora più accattivante per i clienti. 

Come ha dichiararto Gualini ai microfoni di ADVexpressTv, l'obiettivo da raggiungere sarà rendere più fluidi possibile i processi di collaborazione e comunicazione tra le varie agenzie, supportandole al contempo nel rapporto con i clienti. 

Le nomine di Federica e Viola testimoniano che all'interno di WPP ci sono molte occasioni di crescita per i giovani professionisti. Come ha sottolineato Snaidero ai nostri microfoni, la job rotation e le possibilità di fare carriera all’interno del Gruppo, in Italia e all’estero, rappresentano un punto di forza importante di WPP dal punto di vista del talent management. Che cosa serve per crescere all'interno del Gruppo? Una formazione accademica di livello, unita a significative esperienze all’estero.

Serena Piazzi