Interviste

Filmmaster Events, focus 2017 sul business internazionale. E l'agenzia vola a Istanbul per il World Tourism Forum. Intervista alla marketing director Carla Marques

L'agenzia è pronta ad affrontare un anno cruciale, fatto di ulteriore apertura al business estero, di massima diversificazione dei settori di intervento e di riassetto societario.

L'appuntamento è per il 16-18 febbraio, quando Filmmaster Events volerà a Istanbul come unica agenzia europea di eventi a partecipare al World Tourism Forum, evento internazionale dedicato al settore del Turismo inteso non solo come leisure, ma anche come business e Mice.

A rappresentare l'agenzia del Gruppo Filmmaster, Carla Marques (FOTO), in forze alla struttura da un anno in qualità di marketing & development director. 

"Sono innanzitutto orgogliosa del fatto che Filmmaster sia stata chiamata a partecipare a un evento sul mondo del Tursimo, perché per noi è la testimonianza dell'importanza e della visibilità che ha acquisito l'agenzia anche e ben oltre i confini nazionali. A Istanbul parlerò dell'impatto delle cerimonie e dei grandi eventi sportivi sul turismo e sull'indotto della destinazione in cui si svolgono. Come Filmmaster Events, tra i Giochi Olimpici e la Uefa, nel 2016 abbiamo coperto i più grandi appuntamenti sportivi".

Canadese, Carla Marques ha un'ampia e soprattutto trasversale esperienza professionale nel mondo della comunicazione. Dopo 15 anni nel mondo dell’advertising, tra cui alcuni passati nel Gruppo WPP, ha successivamente lavorato all'interno del Cirque du Soleil divisione Eventi, fino al suo arrivo in Filmmaster Events.

All'interno di Filmmaster Events, si occuperà dello sviluppo internazionale della struttura, già presente, oltre che a Milano e a Roma, anche a Madrid, Londra, Rio, Dubai, Abu Dhabi, Riyadh, Doha e Damman. La strategia di espansione interesserà, soprattutto, le aree del Sud America e dell'Asia.

"Stiamo lavorando su grandi progetti internazionali - prosegue Marques -, e vogliamo diversificare il business: non solo eventi e cerimonie sportive, ma anche i settori entertainment, culturale, turistico e corporate. Ciò che rende forte Filmmaster agli occhi del mondo è il suo Dna italiano, l'attenzione per i dettagli e per la qualità, che sono connotazioni tipiche dello stile italiano e che all'estero sono riconosciute e apprezzate".

Il lavoro di Carla Marques all'interno di Filmmaster Events contribuirà a portare all'interno dell'agenzia un'ultieriore 'ventata' di spirito internazionale. Ma cosa può imparare l'Italia dall'estero? "L’Italia ha un potenziale altissimo soprattutto per la sua qualità. Spesso questa dote viene associata ai singoli brand, invece è importante che si trasmetta la qualità dei professionisti italiani”.

Il 2017 sarà un anno cruciale per Filmmaster Events, ovvero un anno di riassetto della società, con novità, anche a livello di organigramma, che saranno presto annunciate. 

Chiara Pozzoli