Interviste

Summit OBE. Erba (WINDTRE): "Il branded entertainment leva strategica che completa il media mix e conquista l’attenzione dei consumatori. Per noi veicolo di valori, purpose, dell'impegno di marca per la parità di genere e la vicinanza alle persone"

La Brand Communication Director dell'azienda di telecomunicazioni, tra i relatori all'evento organizzato a Milano da OBE lo scorso giugno, approfondisce con la redazione di ADVexpress l'approccio della company all'intrattenimento di marca, inteso come strumento di successo per consolidare il posizionamento del brand senza mai perdere di vista la coerenza valoriale.

In occasione dell'OBE Summit 2022, lo scorso giugno, Claudia Erba (nella foto), Brand Communication Director di WINDTRE,  aveva spiegato l'approccio  dell'azienda al branded content & entertainment

Intervistata dalla redazione di ADC Group, la manager  approfondisce la questione spiegando come l'intrattenimento sia una leva strategica su cui l’azienda punta da anni, che oggi si è consolidata come parte integrante del media mix per completare la comunicazione, sottolineando come sia la chiave vincente per conquistare l’attenzione dei consumatori.

Claudia Erba  spiega inoltre com'è cambiato l'approccio di WINDTRE al branded entertainment dal primo importante progetto, i Wind Music Awards, negli anni '80, ad oggi e come sono evoluti i format e i linguaggi per creare un legame tra marca e consumatore.

"La nostra azienda è stata tra i pionieri nel branded entertainment e i Wind Music Awards ne sono un esempio" afferma. "In passato, questa leva di comunicazione aveva principalmente l’obiettivo di creare un legame emotivo e di coinvolgimento con il consumatore, mentre oggi il branded entertainment si sta evolvendo per diventare uno strumento adatto a veicolare i valori e il posizionamento di marca. Questo per WINDTRE significa parlare di vicinanza e dare voce al purpose di eliminare qualsiasi distanza tra le persone".

Per spiegare come la mission dell'azienda si leghi ai valori di marca attraverso il branded entertainment, Erba cita alcuni dei più importanti progetti che trattano temi come l’inclusione e la responsabilità digitale.

"Nel caso di ‘All Together Now’ abbiamo focalizzato il progetto sul concept valoriale della nostra campagna ‘Il bello delle opinioni è che possono essere cambiate’, un invito a superare i preconcetti che ben si inserisce all’interno delle dinamiche di un game show musicale. Con l’operazione ‘Voce alle Gamer’ (vincitore del GP ai Brand Purpose Awards di ADC Group , leggi news, ndr)abbiamo parlato di parità di genere toccando un argomento vicino alla sensibilità della Gen Z, quello delle donne player che ancora oggi subiscono discriminazioni online. Nella nostra ultima campagna parliamo, invece, di protezione della privacy e della sfera digitale delle persone, grazie al servizio Please Don’t Call".

Quest'ultima campagna, in particolare, Please Don’t Call il nuovo servizio di WINDTRE che aiuta a proteggere il proprio numero da possibili chiamate indesiderate, è stata ideata proprio come un progetto di intrattenimento che vede infatti un gioco di parole tra il nome della funzionalità e quello della canzone scelta, per dare vita a un ritornello semplice e orecchiabile, capace di diventare un tormentone estivo. 

"Parlare in modo coinvolgente di un fenomeno come le telefonate non gradite è stato molto sfidante. Abbiamo deciso di ideare un progetto di branded entertainment multicanale, che coinvolge Tv, radio, digital e social, per sottolineare il ruolo di protezione che la nuova soluzione svolge, soprattutto in momenti delicati, di relax o di lavoro".

A una sola settimana dal lancio, infatti, la campagna ha già ottenuto oltre 3 milioni di visualizzazioni su YouTube.  Il potere del branded entertainment è quindi "la chiave vincente per conquistare l’attenzione dei consumatori" afferma Erba, questo infatti "rappresenta per WINDTRE una leva strategica per completare il mix di comunicazione. È uno strumento versatile, che ci consente di dialogare con diversi tipi di pubblico. L’ingrediente che non deve mancare è la coerenza. È fondamentale lavorare su tematiche affini al posizionamento del brand e svilupparle in un racconto valoriale che sia in linea anche con gli interessi del target."