Interviste

Bea World 2020. Vincitori italiani. Mazzarelli (Ninetynine): “Gli italiani degli eventi maestri del problem solving"

Proseguono le interviste ai vincitori italiani del Bea World 2020. Oggi parliamo con Simone Mazzarelli, ceo Ninetynine, che si è aggiudicata il Terzo Premio B2B Digital/Hybrid Event con ‘Imagine Everything - The first virtual Disney Media & Partnership Upfront per il cliente The Walt Disney Company Italia.

Una vetrina tutta digitale scelta da The Walt Disney Company Italia per presentare alle aziende licenziatarie la sua nuova, ricca offerta consumer. ‘Imagine Everything - The first virtual Disney Media & Partnership Upfront’ è l’evento che ha fatto conquistare all’agenzia Ninetynine il Terzo Premio B2B Digital/Hybrid Event all’edizione 2020 del Bea World.

ninetynine

GUARDA L'EVENTO

Un evento i cui contenuti si sono focalizzati sulle strategie e le possibilità di investimento su Disney+ e sul ricco portfolio di canali iconici come Fox e National Geographic, nonché sulle strategie marketing e comunicazione che verranno sviluppate a supporto dei nuovi contenuti in arrivo, all’insegna dello slogan ‘Imagine Everything’. Un evento ad alto tasso di innovazione, creatività e tecnologia che ha catturato l’interesse dei 1.500 potenziali partner di The Walt Disney Company Italia. Ce ne parla Simone Mazzarelli, ceo Ninetynine.

Quali sono stati i plus del progetto?

Ci sono state una serie di variabili che hanno contribuito a rendere l’evento dinamico e coinvolgente. Tra queste, sicuramente la scelta di scenografie impattant, l’elaborazione di animazioni 3D e la compresenza sui palchi di personaggi iconici del brand e dei relatori. Abbiamo ricreato sei palchi immersivi con scenografie in grado di catturare l’attenzione degli spettatori. Siamo riusciti a mantenere viva l’attenzione dell’ospite, stimolandone la curiosità e costruendo un contenitore che si è adattato al meglio alla tipologia di contenuti presentati. I contenuti sono diventati i veri e propri protagonisti dell’evento e i relatori hanno avuto la possibilità di interagire con gli stessi e di intrattenere gli ospiti con un ritmo incalzante e una durata complessiva di appena 37 minuti. Inoltre, la sinergia creata tra i team di lavoro dell’agenzia e del cliente, ha contribuito a trasformare l’evento in un grande successo.

Che cosa significa, per voi, vincere nell’ambito di un premio internazionale?

Significa raggiungere un elevato livello di soddisfazione e ripagare così il lavoro svolto.

Significa raccogliere i frutti in termini di riconoscimento per gli investimenti realizzati nell’ambito dell’innovazione. Competere con successo in uno scenario ampio, con realtà culturalmente diverse dalla propria, non fa che arricchire le nostre esperienze e pensare che un progetto sia stato percepito di successo su scala internazionale ci dà nuovi stimoli per continuare a organizzare eventi. Eventi che superano i tradizionali confini in cui siamo abituati a pensare la creatività o l’evento stesso.

Qual è la marcia in più della creatività italiana?

Il nostro tipico spirito di adattamento ci porta ad affrontare le sfide senza abbatterci mai, con entusiasmo, siamo maestri nel problem solving. E poi, viviamo in città spettacolari che ci offrono un ottimo spunto per innovare partendo dalla tradizione. Siamo immersi nel bello e questo fornisce quotidianamente nuovi stimoli per la creatività.

Ricordiamo che l'agenzia è salita anche sul palco della XVII Edizione del BEA Italia (leggi news) aggiudicandosi:

Imagine Everything - The first virtual Disney Media & Partnership Upfront’The Walt Disney Company Italia

1° premio ‘Evento B2B digitale/ibrido’

1° Premio ‘Virtual Service’

 

‘170° anniversario di CDP: l’evento di inaugurazione’- Cassa Depositi e Prestiti

3° premio ‘Evento Culturale, musicale e sportivo’

 

Serena Roberti