UPDATE:
Interviste

Per Enel il futuro è Open Power. Fellegara: "Con i nostri eventi promuoviamo una nuova era dell’energia, per un mondo più sostenibile"

La head of global adv, brand engagement & content strategy della company illustra il nuovo approccio: non è un’etichetta o uno slogan, ma un atteggiamento di apertura e confronto, intrapreso per rispondere alle nuove sfide dello scenario energetico, tecnologico e sociale, facendo leva su due driver principali: sostenibilità e innovazione.

Da sempre aperta al confronto sia interno sia esterno, Enel ha affiancato l'ultima edizione del Bea Festival perché rappresenta un’occasione di dialogo e apertura alle storie di successo di altre realtà.“Crediamo che eventi come questo rappresentino un’opportunità di crescita”, ha commentato Silvia Fellegara, head of global adv, brand engagement & content strategy Enel. Da sempre, infatti, il focus dell’azienda è rivolto all’innovazione e alla ricerca di nuove strade verso un futuro sostenibile.

“Nel 2016 - spiega Fellegara - abbiamo adottato un nuovo approccio che si fonda sull’‘Open Power’ e che non è un’etichetta o uno slogan, ma un atteggiamento di apertura e confronto, intrapreso per rispondere alle nuove sfide dello scenario energetico, tecnologico e sociale, facendo leva su due driver principali: sostenibilità e innovazione”.

‘Open Power‘ significa aprirsi alle persone, ai partner e alle tecnologie all’innovazione per aumentare l’impatto nel mondo iperconnesso di oggi.“Abbiamo supportato questo nuovo approccio - precisa Fellegara - anche attraverso un restyling completo del nostro logo. Attraverso il rebranding Enel ha dichiarato di essere pronta a raccogliere le nuove sfide del futuro. Il progresso delle tecnologie e i nuovi comportamenti dei clienti, sempre più consapevoli e informati, hanno completamente modificato il modello di business nell’industria energetica. I tradizionali paradigmi stanno cambiando: con essi, anche il ruolo e le responsabilità delle aziende. Per noi la sostenibilità è uno dei pilastri su cui si regge il paradigma del presente e, soprattutto, del futuro dell’energia. Per questo motivo abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti definendo il nostro purpose, il motivo della nostra esistenza e ciò a cui aspiriamo: ‘Open Power for a brighter future: we empower sustainable progress’”.

Oggi gli sforzi di comunicazione dell’azienda sono concentrati principalmente nel raccontare come la sostenibilità rappresenti il motore per affrontare le sfide e per realizzare, insieme, un nuovo modello di sviluppo equilibrato che non lasci indietro nessuno. Relativamente ai mezzi di comunicazione, crediamo nello sviluppo di campagne integrate che sfruttino tutti i canali, con un’attenzione particolare alla coerenza dei contenuti sia con la strategia di comunicazione sia con i mezzi utilizzati.

ENEL E LA LIVE COMMUNICATION

Attraverso i propri eventi Enel promuove una nuova era dell’energia, in cui il mondo può diventare più sostenibile. L’obiettivo è sottolineare come l’azienda sia leader della transizione energetica, attraverso lo sviluppo delle energie rinnovabili, la digitalizzazione e l’elettrificazione.“Il nostro impegno primario - precisa Fellegara - è certamente di assicurare l’accesso all’energia, ma non ci fermiamo qui; volgiamo spingerci oltre per promuovere lo sviluppo sostenibile delle comunità in cui operiamo attraverso: il sostegno a progetti educativi, lo sviluppo di energia pulita, l’occupazione e la crescita economica inclusiva, sostenibile e duratura. Supportiamo iniziative in grado di proporre nuovi modelli sostenibili come ad esempio l’e-mobility o la circular economy”.

La scelta delle iniziative da sostenere è sempre guidata dalla coerenza con la propria strategia e il proprio business in tutti gli ambiti: dallo sport alla musica, fino alla cultura.“Per questo - racconta la manager - sosteniamo le principali competizioni sportive legate alla mobilità elettrica, come Formula E e MotoE, in cui svolgiamo ruolo di enabler dei campionati attraverso la fornitura della tecnologia di ricarica necessaria allo svolgimento delle gare. Si tratta di eventi che dimostrano come attraverso la competizione sportiva sia possibile contribuire al cambiamento culturale che porti alla diffusione della mobilità elettrica, attenta all’ambiente in cui viviamo e, come indicato nel nostro Purpose, in grado di garantire un progresso sostenibile”.

PlayEnergy, la circular economy spiegata semplice

Sviluppato in partnership con Campus Party, PlayEnergy è l'iniziativa di Enel nata con l’obiettivo di trasmettere ai ragazzi (dai 7 ai 18 anni) i principi e i valori della Circular economy e spiegare loro, l’uso consapevole delle risorse energetiche e i processi di riciclo. L’obiettivo era creare un format che divertisse e interessasse i ragazzi, permettesse loro di lavorare in gruppo, imparare come si può raggiungere davvero un modello di economia circolare e, infine, di conoscere i possibili lavori di domani. I protagonisti di questa prima edizione sono stati i ragazzi di Italia, Grecia e Brasile che da marzo a novembre si sono sfidati in quattro challenge online sulla piattaforma https:// playenergy.enel.com/. L’iniziativa inizialmente pensata per concludersi con degli eventi fisici, è stata adattata in una logica digitale per poter accompagnare i ragazzi anche in un momento così particolare. A breve verranno nominati i gruppi vincitori di questa prima edizione che parteciperanno all’Hackaton Enel PlayEnergy, una sfida 100% digitale che permetterà ai gruppi più creativi di aggiudicarsi il premio finale.

Francesca Fiorentino