Interviste

Da Re (Retex): "Per il retail una nuova era omnicanale, intelligente e composable che si apre alle tematiche ESG e a nuovi modelli organizzativi e gestionali data oriented"

L'Industry Lead Fashion & Luxury di Retex e CEO di Venistar fa il punto con ADVexpress sull'evoluzione del Retail e commenta le evidenze emerse dalla decima edizione del FashionAble World, l’appuntamento annuale della company e del suo brand specializzato nel settore Fashion, Luxury & Design.

Il Retail oggi non è più semplicemente un settore, ma una vera e propria practice cross industry complessa e life centered. L'Intelligenza Artificiale, sempre più pervasiva, l’omnicanalità, l’approccio Headless & Composable, la generazione di prodotti ibridi, sono elementi di innovazione fortemente interconnessi e imprescindibili, e stanno cambiando il significato del Retail e il suo futuro.

La decima edizione di FashionAble World, l’appuntamento annuale di Retex e del suo brand Venistar specializzato nel settore Fashion, Luxury & Design, andato in scena lo scorso 5 ottobre a Milano (leggi news), ha evidenziato, per il retail, un cambio di paradigma, il passaggio da aziende marketing oriented ad aziende Retail oriented, con nuovi trend in corso e da cavalcare, come la contaminazione tra brand e l'attenzione e sensibilità per le tematiche ESG, sempre più imprescindibili per fare business oggi.

A rimarcare questa nuova era per il retail Roberto Da Re, Industry Lead Fashion & Luxury di Retex e CEO di Venistar che ad ADVexpress ha commentato:

"Omnicanalità, Headless, IA e approccio Composable sono elementi differenzianti per chiunque voglia fare Retail, ancora di più per i marchi di moda, lusso e design, i cui target da intercettare e fidelizzare sono influenzati da molti stimoli e l’acquisto si conclude in pochi attimi in cui tutto deve funzionare alla perfezione. Conquistare il cliente non è più sufficiente: attrarlo, raggiungerlo su ogni touchpoint e offrire una esperienza di acquisto immersiva, seamless e il più possibile personalizzata, nel pieno rispetto del set valoriale e aspirazionale di ciascuno, è ciò che determina il successo di un brand”.

Serve un cambio di passo alle aziende del settore, ma, sottolinea Da Re: "portare un reale cambiamento significa rivedere una serie di processi così da evolvere e soddisfare le esigenze dei clienti a un più alto livello, indipendentemente dai touchpoint utilizzati dagli shopper. Molti dei nostri clienti, come Pinko, ad esempio, o Moncler, hanno acquisito una vision avanzata dell'omnicanalità, tanto che mi verrebbe da pensare che il passo successivo potrebbe essere la consegna diretta ai clienti con un drone!".

Nell'evoluzione del Retail l'intelligenza artificiale gioca un ruolo rilevante "ma non può sostituire la sensibilità di un ottimo venditore che rende l'esperienza d'acquisto un momento piacevole. L'utilizzo dell'IA si inserisce soprattutto in una dimensione legata alla lettura e all'interpretazione
dei dati e dei comportamenti che porti a una gestione più efficiente e alla definizione di una nuova offerta di prodotti e servizi".

Convegno

 L'AI con i suoi algoritmi è funzionale per suggerire il prodotto giusto al momento giusto, a supporto del venditore ma anche dell'acquirente che può fare scelte d'acquisto più consapevoli, eliminando quella asincronia tra informazioni e customer experience. Il tutto in un'ottica di maggiore semplificazione dei processi" prosegue Da Re.

Grande spazio nel retail anche per la tecnologia vocale che troverà sempre maggiori applicazioni. Ad esempio, grazie ai dati ricavati dalle domande che i clienti pongono agli assistenti vocali i brand potranno offrire servizi e prodotti personalizzati, garantendo al cliente la possibilità di realizzare esperienze e concludere acquisti adatti alle loro esigenze.

La tecnologia consoliderà l'ampio ruolo che già possiede, diventando sempre più centrale per i brand della moda per gestire la complessità dei canali e la molteplicità di dati e servizi da erogare, supportando non solo i sistemi di vendita, ma anche i processi produttivi e la distribuzione in modo
semplice e flessibile.

"Retex oggi, con le piattaforme proprietarie e l’approccio headless ha la capacità di supportare le aziende retail con strumenti, tecnologia e competenze che consentano loro di strutturare servizi avanzati per rispondere alle nuove esigenze di mercato in termini di domanda e offerta". commenta Da Re.

CX Commerce eXperience è la piattaforma proprietaria di headless commerce omnicanale di Venistar sviluppata per rispondere alle necessità omnichannel dei brand del Fashion, Luxury &Design. Si tratta di una cabina di regia che lavora in modo integrato su tutti i touchpoint, creando
una vista unica sul consumatore. Eroga servizi innovativi e adattivi, funziona lato B2C-B2B-B2E- C2B2B, gestisce i canali fisici e digitali in modo combinato, facilita le operazioni sui marketplace, ottimizza il governo unificato dello stock distribuito e il workflow di evasione degli ordini. In un percorso di trasformazione digitale delle aziende, CX Commerce eXperience è la suite software che si inserisce come strumento di grande flessibilità, totalmente aperta e adattabile grazie all’architettura headless.

"Il nostro punto di forza - spiega Da Re - è l'offerta di un'unica piattaforma che permette l’integrazione e l’orchestrazione dei sistemi aziendali operativi all’interno dell’azienda con un impatto minimo sui sistemi IT. Ciò garantisce la gestione ottimizzata di dati e processi che
coinvolgono tutti i canali fisici e digitali su cui il brand opera e assicura il successo dei progetti di innovazione digitale dei nostri Clienti”.