ADVexpressTV

Videocontent/3. YEG! Racconta l'Emotional Rate, indicatore del D*motion che grazie all'algoritmo ROInt misura l'efficacia di un evento live. Quando le neuroscienze sono al servizio della comunicazione

Nella terza ed ultima puntata del format di ADC Group, il CEO Pier Paolo Pecchini, il Managing Director Giampiero Briozzo e la Chief Business Officer Maria Guadalupe Lucasevich ci illustrano l'Indicatore Emotivo che grazie a face e eye tracking consente di stimare con certezza scientifica il coinvolgimento emozionale del pubblico durante la fruizione dei contenuti presenti ad un evento. Che sia un campione dei presenti o un singolo di fronte ad una capsula olografica non fa differenza: il risultato sarà sempre affidabile.

Terza e ultima tappa dell'approfondimento realizzato da ADVexpressTV sulla misurazione dell'efficacia e successo di un evento live grazie ai nuovi strumenti tecnologici messi in campo da YEG! e i suoi partner che permettono di stimare il ROInt, ovvero return on interaction, che valuta l’interazione e l'efficacia di una comunicazione dal vito attraverso tre indicatori. Nelle precedenti puntate abbiamo spiegato l'Engagement Rate e l'Interest Rate; ora nell'ultimo capitolo ci occuperemo dell'Emotional Rate, l'indicatore che descrive l'impatto emotivo delle comunicazioni sullo spettatore.

“La rilevazione del dato qualitativo non è mai stata utilizzata prima del mondo dell'evento – esordisce il Managing Director Giampiero Briozzo (in foto sotto) – Noi abbiamo voluto aggiungere una componente scientifica nell'indagine per comprendere come, quando e quanto i partecipanti vengono emotivamente coinvolti con i singoli contenuti fruiti durante una manifestazione, introducendo la tecnologia della neuro analisi che ci consente appunto di ricavare un dato scientificamente provato che certifica la veridicità delle risposte del target preso in esame.”

Screenshot 2024 01 30 at 15.30.20

Infatti, grazie ad un software sviluppato assieme ad una azienda danese, attraverso il monitoraggio del face tracking e dell'eye tracking, YEG! è in grado di comprendere le reazioni emotive del singolo appartenente al pubblico, senza possibilità di errore, e in modo anonimo. L'indagine può essere effettuata su qualsiasi dimensione di pubblico in quanto è sufficiente il monitoraggio del 10% dello stesso per ottenere una valutazione veritiera.

La tecnologia è stata anche applicata alla “capsula”: un grande monitor interattivo con schermo olografico che produce contenuti di grande ingaggio, con un forte stopping power (capacità di fermare lo spettatore di passaggio alla fruizione del messaggio), anche realizzando una fedelissima messa in scena di una persona non in presenza, a grandezza naturale. Una videocamera montata sulla capsula stessa monitora ed esegue la scansione facciale e oculare dell'osservatore, i dati raccolti vengono elaborati in tempo reale, secondo per secondo, dall'algoritmo proprietario.

Screenshot 2024 01 30 at 15.30.10

I risultati avuti fino ad ora confermano la qualità delle conclusioni attese, aprendo le porte al ROInt quale parametro affidabile per la valutazione del successo di un evento, l'auditel della live communication.

Il Ceo Pier Paolo Pecchin e la nuova Chief Business Officer Maria Guadalupe Lucasevich (in foto sotto) hanno poi illustrato l'alto interesse che i loro clienti nutrono verso lo strumento di indagine quali-quantitativa citando una rilevazione recentemente effettuata che ha valutato il coinvolgimento emotivo della platea durante il discorso del Ceo e del Direttore Marketing: il primo ha avuto un referto dal basso valore aggiunto, mentre il secondo, proprio nei passaggi chiave del discorso, dove il marketer voleva sottolineare l'importanza del passaggio di informazioni, la platea ha risposto con un'appartenenza emozionale perfettamente in linea con le aspettative.

Il monitoraggio del ROInt in tempo reale consente altresì di poter intervenire durante l'evento in maniera diretta sui contenuti nel caso in cui essi non abbiamo ottenuto i risultati sperati: un aspetto rilevante in vista del ritorno dell'investimento stesso in efficacia e allocazione delle risorse.

Screenshot 2024 01 30 at 15.50.07Infatti, alla fine di ogni evento dove la tecnologia viene apllicata, YEG! consegna al cliente un dossier con all'interno le performance nel tempo dei singoli contenuti-messaggi diffusi, costruendo così uno storico in grado di costruire un'esperienza da parte del cliente stesso su come migliorare ed evolvere la propria comunicazione ed efficacia, stimolando la crescita della curva di apprendimento della live communication.

YEG! E i suoi partner, realtà dove collaborano molti giovanissimi “Che sono la linfa vitale del progetto”, sta continuando a sviluppare una tecnologia (Creative coding), già disponibile, in grado di trasformare visivamente, e in tempo reale, i dati ottenuti dall'indagine in immagini, mostrando l'andamento della performance emotiva del pubblico alla platea; le cui applicazioni e possibilità di coinvolgimento ulteriore dei partecipanti dipendono solo dalla fantasia dei team creativi coinvolti nel progetto.

ADVexpress seguirà le successive evoluzioni e applicazioni del ROInt da parte di YEG! e ve ne darà notizia. Rimanete connessi e in lettura.